August 16, 2018 / 10:23 AM / 2 months ago

Turchia, lira si rafforza prima di conference call ministro finanze

ISTANBUL, 16 agosto (Reuters) - La lira turca questa mattina ha guadagnato il 3% prima della conference call programmata dal ministro delle finanze Berat Albayrak con alcuni investitori. Sembra che l’andamento della moneta non sia quindi stato influenzato da voci secondo cui gli Stati Uniti anche in caso di liberazione del pastore americano Andrew Brunson, detenuto in Turchia con accuse di terrorismo, non rimoveranno i dazi sull’acciaio.

La valuta è stata supportata soprattutto dall’annuncio di una richiesta di investimento dal Qatar di 15 miliardi. Anche il ministro Albayrak cercherà di rassicurare gli investitori.

La lira sta ancora perdendo il 34% nei confronti del dollaro quest’anno. Alle 12 è quotata a 5,7900 contro un dollaro.

Dopo aver raggiunto un minimo di 7,24 questa settimana, la lira ha beneficiato dalle misure intraprese dalla banca centrale per supportare la valuta, in difficoltà per i timori relativi all’influenza del presidente Erdogan sull’economia e alle tensioni diplomatiche con Washington.

Gli investitori affermano che la conference call di oggi darà prova se la Turchia è in grado di persuadere i mercati che la sua politica monetaria non è ostaggio del governo.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below