June 22, 2018 / 11:56 AM / 6 months ago

MONETARIO-Rimborsi Tltro2 e riversamenti non scalfiscono eccesso liquidità

MILANO, 22 giugno (Reuters) - Mercato monetario assolutamente stabile nel giorno in cui la Bce ha comunicato il dato, esiguo, sui rimborsi anticipati di liquidità Tltro2.

** Quarantuno banche della zona euro hanno restituito anticipatamente a Francoforte appena 11,004 miliardi di fondi raccolti col primo finanziamento Tltro2, su un totale in circolazione di 395,984.

** Il dato appare a grandi linee coerente con le attese di una partecipazione limitata; nelle scorse settimane la svedese Nordea aveva ipotizzato che i rimborsi potessero arrivare fino a 110 miliardi, ma larga parte degli operatori prevedeva al contrario importi molto più esigui.

** Per quel che riguarda le banche italiane — che detengono fondi attinti dal primo Tltro2 per 139 miliardi — la prime informazioni raccolte da Reuters indicano che praticamente nessun rimborso è stato effettuato.

** “Chiaramente ci sono banche in giro per la zona euro che non hanno impiegato tutta la liquidità presa col Tltro2 e questo comporta un eccesso di fondi da depositare in Bce, pagando lo 0,40% della deposit facility” commenta un tesoriere.

** Secondo uno studio di Pictet dei mesi scorsi, le banche italiane sono quelle all’interno della zona euro, insieme a quelle portoghesi e olandesi, che non hanno impiegato tutta la liquidità Tltro2 raccolta e che quindi non riusciranno ad ottenere il tasso minimo di -0,40%.

** “Occorre però guardare il quadro generale, in un momento di forte incertezza come questo, in particolare per l’Italia; al di là del confronto con i tassi di mercato, prevale la visione che chi ha la liquidità a disposizione se la tiene” prosegue il tesoriere. “Inoltre si va verso l’estate, cioè verso un mercato strutturalmente più rarefatto, quindi un motivo in più per stare sul sicuro con la liquidità. Magari verranno sfruttate altre finestre di rimborso più avanti”.

** Nel frattempo la liquidità resta abbondante, con un eccesso di circa 1.800 miliardi, poco scalfito dagli 11 miliardi di rimborsi di fondi Tltro2 e dal pur consistente importo, circa 43 miliardi, dei riversamenti fiscali di giugno, in calendario in questi giorni (fino a lunedì).

** Nell’immediato il brevissimo resta assolutamente ancorato alla soglia di -0,40% della deposit facility: attorno alle 13,45 su General Collateral Italia, overnight, tom/next e spot/next scambiano esattamente a -0,40%.

** Il meeting Bce della settimana scorsa ha invece provocato uno stabile slittamento in avanti delle attese sui primi interventi restrittivi: Francoforte ha comunicato che il Qe terminerà a fine 2018 (con acquisti mensili ridotti a 15 miliardi da ottobre a dicembre) ma ha escluso un rialzo dei tassi ufficiali prima della fine dell’estate dell’anno prossimo.

** La curva dei futures Eonia prezza ora un rialzo di 10 pb del tasso sui depositi nel meeting di settembre 2019 con una probabilità di circa il 60%, che sale all’80% per il meeting di fine ottobre; l’intervento è pienamente prezzato solo nell’ultima riunione dell’anno, a dicembre.

** La curva swap sull’overnight prezza a sua volta un rialzo di 10 pb non prima di 24 mesi.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below