14 settembre 2017 / 15:57 / tra 7 giorni

Bce dovrebbe ridurre stimolo perchè ragione d'essere Qe è scomparsa -Weidmann

FRANCOFORTE, 14 settembre (Reuters) - Con la minaccia di deflazione ormai ampiamente scomparsa, il programma di acquisto asset della Banca centrale europea ha perso la sua ragione d‘essere e Francoforte dovrebbe quindi ridurre lo stimolo.

Lo ha detto il presidente della Bundesbank Jens Weidmann, precisando che comunque resta necessaria una politica monetaria accomodante, alla luce di un‘inflazione ancora debole.

L‘istituto centrale europeo continuerà ad assicurare ciò per un lungo periodo di tempo ma, secondo Weidamann, che siede nel consiglio Bce, dovrebbe “alzare il piede dall‘acceleratore” e non frenare bruscamente.

Per Weidmann, critico della prima ora del programma di acquisto asset, la politica monetaria accomodante deriva in primo luogo dall‘enorme bilancio della Bce -- dopo l‘acquisto di oltre 2.000 miliardi di obbligazioni, in buona parte titoli di Stato -- e non dal ritmo mensile degli acquisti.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below