27 luglio 2017 / 14:03 / tra 4 mesi

Italia consolidi conti come previsto in Def, su economia rischi al ribasso -Fmi

MILANO, 27 luglio (Reuters) - L‘economia italiana si è incanalata su un sentiero di moderata ripresa ma i rischi tendono verso il basso per una serie di fattori, tra cui la frammentazione politica in vista delle elezioni e la possibilità concreta di una normalizzazione della politica monetaria della Banca centrale europea, unite alla graduale scomparsa di fattori esterni favorevoli.

E’ quanto si legge nel rapporto annuale sull‘Italia realizzato dallo staff del Fondo monetario internazionale, in cui l‘organismo di Washington invita il governo a implementare il consolidamento dei conti pubblici così come indicato nel Documento di Economia e Finanza approvato in aprile.

Se ciò non avverrà, avverte il Fondo, il rapporto debito/Pil è destinato a restare intorno al 133%, dove si è più o meno stabilizzato, e a salire una volta avviato lo smantellamento delle misure straordinarie di politica monetaria. L‘elevato livello di debito pubblico, non manca di sottolineare ancora una volta il Fondo, rende l‘Italia vulnerabile agli shock avversi.

Il governo ha formalizzato una richiesta alla Commissione europea per ridurre l‘aggiustamento del saldo strutturale -- al netto del ciclo e delle una tantum -- a 0,3% dallo 0,8% del Pil indicato ad aprile.

Il margine di mezzo punto, se accolto, apre la strada a un obiettivo programmatico 2018 in area 1,7% anziché 1,2% del Pil.

Il Fondo ha recentemente rivisto al rialzo le previsioni di crescita per l‘economia italiana, che quest‘anno dovrebbe segnare un incremento di 1,3% e poi proseguire a un ritmo di espansione intorno all‘1% negli anni successivi che consentirà di tornare ai livelli pre-crisi solo a metà del prossimo decennio.

Pur riconoscendo i passi avanti compiuti negli ultimi anni, viene posto l‘accento su ulteriori riforme necessarie a migliorare la produttività e la competitività, con liberalizzazioni dei mercati dei prodotti e dei servizi.

Non solo: la fase congiunturale favorevole dovrebbe essere sfruttata per valutare l‘estensione del Jobs Act -- che riduce gli oneri di licenziamento per le imprese e non prevede il reintegro in caso di licenziamento illegittimo -- a tutti i contratti a tempo indeterminato nel settore privato. La normativa riguarda al momento solo i nuovi assunti.

Dal punto di vista della tassazione, l‘indicazione del Fondo è di spostare il carico fiscale su consumi e imprese, sgravando il lavoro: previa una riforma del catasto, l‘organismo di Washington ritiene opportuna una reintroduzione di un‘imposta sulla prima casa. Viene indicata come opportuna una razionalizzazione della vasta platea delle detrazioni fiscali.

L‘eredità della crisi, secondo l‘analisi contenuta nel documento, ha pesato essenzialmente sulla generazioni più giovani e sulle persone in età lavorativa. Sarebbe quindi opportuna l‘introduzione di un sussidio anti-povertà universale, mentre andrebbe contenuta la spesa pensionistica.

Il Fondo sottolinea come gli assegni calcolati con il metodo retributivo restino molto generosi, con “sacche in eccesso”, che andrebbero razionalizzate. I risparmi, secondo Rishi Goyal, a capo della squadra Fmi che si occupa dell‘Italia, dovrebbero essere utilizzati per la riduzione del debito e per misure di sostegno alla crescita. Inoltre, viene evidenziato, le previsioni del governo sulla spesa pensionistica si basino su assunzioni demografiche e macroeconomiche ottimistiche.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below