26 luglio 2017 / 09:10 / tra 2 mesi

Fisco, evasione 13% Pil, +5,3% in 2011-2014 - Confcommercio

ROMA, 26 luglio (Reuters) - Nel 2014 il tasso di evasione fiscale in Italia era pari al 13% del Pil, in crescita del 5,3% rispetto al 2011.

Lo stima Confcommercio nel rapporto sulle determinanti dell‘evasione fiscale.

Nella classifica sul livello di economia non osservata (Noe) spiccano Calabria (21,2%) e Campania. La regione più virtuosa è il Trentino Alto Adige con l‘11,3%.

Secondo l‘associazione dei commercianti, se tutte le Regioni si allineassero alle best practice del Trentino e dell‘Emilia Romagna, sarebbe possibile recuperare 42,8 miliardi nel medio periodo.

La crescita del 5,3% stimata per l‘evasione fiscale “è da attribuire interamente a una crescita della pressione fiscale a livello locale di quasi il 30%, perché le altre determinanti hanno agito nel senso contrario”, scrive Confcommercio spiegando che sono migliorati l‘indice di deterrenza, l‘indice di senso civico-economico e la facilità di adempimento agli obblighi tributari.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below