6 aprile 2017 / 14:22 / 8 mesi fa

PUNTO 1-Italia, in 2017 vista erosione margini imprese, pesa su prospettive ripresa- Csc

(aggiunge commento Abi)

ROMA, 6 aprile (Reuters) - La fragile ripresa economica in Italia, non sostenuta dal credito bancario, rischia di non durare perché i margini di redditività con cui le imprese possono autofinanziarsi sono visti in calo nel 2017 per il rincaro delle materie prime.

Lo si legge in una nota del Csc che analizza la capacità dell‘Italia di tenere una crescita ‘creditless’, cioè senza l‘apporto del credito bancario, che fino al 2016 è stato in calo anche per effetto del peso delle sofferenze nei bilanci degli istituti.

“La risalita economica senza credito bancario ha poche possibilità di durare quanto in Spagna. Un appiattimento dei margini delle aziende italiane si è già verificato nella seconda parte del 2016. Nello scenario CSC, si registra una nuova erosione nel 2017”, spiega la nota.

“Quindi, l’autofinanziamento cessa di salire e poi si assottiglia. Ciò avviene a causa del tendenziale rincaro sia del petrolio sia delle commodity non-energetiche”.

In Spagna, che pure sperimenta da tre anni una crescita ben più sostenuta di quella italiana e ugualmente senza il supporto del credito bancario, la capacità di autofinanziamento delle imprese, sostenuta da un incremento del margine operativo, “avviene grazie al lungo trend di moderazione del costo del lavoro: -0,4% il CLUP (costo del lavoro per unità di prodotto) manifatturiero spagnolo nel 2016, dopo il -11,8% cumulato nel 2013-2015”.

In Italia invece, spiega la nota firmata da Ciro Rapacciuolo e Massimo Rodà, il recupero dei margini non ha beneficiato dell’andamento del costo del lavoro che, salito prima e durante la crisi, è rimasto sostanzialmente invariato negli ultimi due anni. Il recupero dei margini e della capacità di autofinanziamento in Italia è quindi più fragile, ”esposto al rischio di un rincaro delle materie prime.

L‘aumento, “come atteso, ha iniziato a verificarsi nel corso del 2016 e ha già arrestato la risalita del mark-up”.

ABI RICORDA CHE CREDITO A IMPRESE STA CRESCENDO

L‘associazione bancaria in realtà sostiene in una nota del vice direttore generale Gianfranco Torriero a commento dell‘analisti di Confindustria che “i dati ufficiali di fonte Banca d’Italia segnalano, invece, che i finanziamenti complessivi alle imprese sono cresciuti a fine 2016 dello 0,23% su base annua. La tendenza si è rafforzata a inizio 2017 quando il tasso di crescita ha sfiorato l’1%”.

Secondo Torriero inoltre, considerando il credito alle imprese, corretto per la dinamica della economia, “il supporto delle banche è stato più elevato in Italia rispetto a Spagna e Germania. Solo la Francia presenta un valore maggiore di quello italiano”.

Infine l‘associazione delle banche cita da un lato dati Mediobanca secondo i quali negli ultimi anni le imprese italiane hanno “ridotto in misura significa gli investimenti, generando un aumento del surplus di cassa di quasi il 10%” e dall‘altro dati della Banca d’Italia, che mostrano una crescita dei depositi delle imprese presso le banche. “A fine 2016 aumentavano di quasi il 7% su base annua”.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below