24 marzo 2017 / 16:11 / 8 mesi fa

PUNTO 1-Stefanel, accordo su maggioranza ad Attestor e Oxy e taglio debito

(Riscrive con più dettagli)

MILANO, 24 marzo (Reuters) - Stefanel ha raggiunto un accordo quadro con le banche e con i fondi Attestor Capital e Oxy Capital Italia che passa per un drastico stralcio del debito e per il passaggio della maggioranza del capitale da Giuseppe Stefanel ai due nuovi investitori.

L‘operazione, con i suoi 25 milioni complessivi di nuove risorse finanziarie, è necessaria a salvare la società di abbigliamento dal fallimento e dovrà ottenere il via libera del tribunale come previsto dall‘art. 182 bis della legge fallimentare.

Il conto più salato lo pagheranno le banche creditrici che rinunciano subito a 25 milioni dell‘attuale credito, sperando in ritorni futuri, e posticipano il rientro dei restanti 67 milioni di debito; in più daranno finanza fresca per altri 12,5 milioni.

Attestor e Oxy ci metteranno di loro una decina di milioni, Giuseppe Stefanel dovrebbe contribuire con 1,25/2,5 milioni.

In attesa degli accordi parasociali che regoleranno la governance del gruppo non è stata resta nota la composizione finale dell‘azionariato. Oxy e Attestor, dice una fonte vicina ai due fondi, avranno comunque la maggioranza del capitale. Un‘altra fonte vicina all‘operazione sottolinea che i fondi avranno un potere di governance quasi totale e che al fondatore potrebbe essere riservato solo un ruolo da presidente non esecutivo.

Al 30 gennaio Stefanel aveva un indebitamento finanziario netto di 85,4 milioni, con 8,2 milioni di disponibilità liquide e 93,7 milioni di debiti verso banche.

Le banche creditrici sono Unicredit, Intesa SP , Bnp (Bnp Paribas), Banco Bpm, Pop Vicenza, Veneto Banca, Mediocredito del Friuli Venezia Giulia.

Il titolo si avvia a chiudere in rialzo di quasi il 30%.

DA FONDI 10 MLN D‘URGENZA SUBITO, POI RIMBORSATI

L‘operazione prevede per prima cosa che un fondo gestito da Attestor (Trinity) eroghi a Stefanel 10 milioni a titolo di nuova finanza d‘urgenza, entro il 31 luglio, per permetterle di far fronte alle esigenze di cassa e sostenere la continuità aziendale. In cambio entrerà un rappresentante dei fondi in Cda, sarà nominato McKinsey come advisor e come garanzia Stefanel darà in pegno il 100% di Interfashion e il suo marchio.

Arriveranno poi altri 25 milioni erogati in parte dai due fondi e da Giuseppe Stefanel (12,5 milioni complessivi di cui 10 dai fondi e tra 1,25 e 2,5 milioni da Giuseppe Stefanel) e in parte da “alcune banche” (altri 12,5 milioni a condizioni ancora da negoziare). Serviranno a rimborsare i primi 10 milioni (con un tasso del 9% annuo) e a supportare il piano industriale.

Sul fronte del debito, si prevede la cessione pro soluto a 1 euro (più eventuale earn out) da parte di alcune banche creditrici di circa 25 milioni di credito a una newco (Holdco) detenuta al 100% dai fondi; una parte sarà convertita in azioni di nuova emissione (10 milioni), un‘altra in strumenti partecipativi non quotati della società (15 milioni).

Il resto del debito, pari a 67 milioni, sarà consolidato dalle banche in un‘unica linea di credito in scadenza a fine 2022. Il debito ipotecario, pari a 3,9 milioni, sarà riscadenziato.

Tra le condizioni a cui è subordinata l‘operazione, c‘è l‘esenzione di Consob all‘Opa obbligatoria e l‘ok del tribunale di Treviso all‘accordo di ristrutturazione ai sensi dell‘art. 182 bis.

In una nota separata si comunica inoltre che Stefanel ha avviato un‘azione giudiziaria verso Giuseppe Stefanel. Nel 2014 Stefanel aveva firmato con alcune banche finanziatrici un accordo per la ristrutturazione del proprio indebitamento in attuazione di un piano di risanamento e Giuseppe Stefanel si era impegnato a versare un massimo di 5 milioni al verificarsi di determinate condizioni, somma che non è stata versata.

(Claudia Cristoferi)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below