26 maggio 2016 / 10:47 / in un anno

PUNTO 4-UniCredit colloca Tier2 da 750 mln dopo buy back subordinati

(Aggiunge dettagli pricing, commento lead manager, cambia titolo)

MILANO, 26 maggio (Reuters) - UniCredit ha collocato una nuova obbligazione Tier2 da 750 milioni di euro - con ordini per 1,7 miliardi - sfruttando il momento positivo del titolo in Borsa, in concomitanza con le dimissioni dell‘AD Federico Ghizzoni.

L‘emissione si affianca all‘operazione di riacquisto su bond subordinati conclusa martedì, con cui la banca ha ritirato titoli in circolazione per circa 400 milioni.

“La banca ha ritirato titoli subordinati vecchi, non più efficienti dal punti di vista del capitale e li va a sostituire oggi con carta Tier2 di nuovo tipo, assolutamente efficiente”, spiega un lead manager coinvolto nell‘operazione.

Il bond ha scadenza 10 anni e mezzo (3 gennaio 2027) con call da gennaio 2022.

BORSA

Nonostante il calo odierno (-4%, in linea col comparto bancario italiano) a Piazza Affari il saldo dell‘ultima settimana per il titolo Unicredit è positivo di circa il 7,5%.

Il bond odierno, con cedola al 4,375% calcolata sulla call, è stato prezzato alla pari. Il rendimento è leggermente superiore, il 4,38%, per via della cedola aggiuntiva pagata subito sui sei mesi di durata oltre i 10 anni. Il premio corrispondente è di 431,6 punti base su midswap. Stamane era stata fornita una prima indicazione a 4,5%.

Il rating atteso dell‘obbligazione è ‘Ba1’ per Moody‘s, ‘BB’ per S&P e ‘BBB’ per Fitch.

L‘operazione è stata gestita da BofA Merrill Lynch, Credit Agricole, Credit Suisse, Ing, Mediobanca e dalla stessa UniCredit.

FUNDING

Una fonte spiega a Reuters che Unicredit stava valutando da qualche tempo un‘emissione Tier2, da lanciare dopo la trimestrale, pubblicata lo scorso 10 maggio. La fonte aggiunge che la banca considera inoltre un nuovo bond ‘Additional Tier1’ (At1): se le condizioni di mercato saranno favorevoli l‘operazione potrebbe arrivare anche prima del referendum sulla Brexit, altrimenti se ne riparlerà dopo l‘appuntamento.

Nella presentazione dei conti, Unicredit informava che il piano di funding di quest‘anno, pianificato in 27,6 miliardi, alla data del 10 maggio era stato completato per circa sette, cifra cui va quindi sommato almeno l‘importo dell‘emissione odierna. La banca inoltre preannunciava il ricorso alle nuove operazioni di rifinanziamento a lungo termine della Bce (Tltro II), la prima delle quali si terrà a giugno.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below