25 gennaio 2012 / 16:33 / 6 anni fa

PUNTO 1-Premafin, Cda convocato per il 28/1 su proposta Unipol-fonte

(Aggiunge background e dettagli)

di Gianluca Semeraro

MILANO, 25 gennaio (Reuters) - Il Cda di Premafin si riunirà il 28 gennaio per prendere in esame la proposta di Unipol che culmina con una fusione a quattro che coinvolgerà anche le controllate assicurative Fondiaria-Sai e Milano Assicurazioni.

Lo riferisce una fonte vicina alla società, aggiungendo che nell‘ordine del giorno c’è anche la voce “deliberazioni conseguenti”.

In quest‘ambito si parlerà dell‘aumento di capitale della holding necessario a sottoscrivere pro quota la ricapitalizzazione che Fonsai delibererà domenica 29 gennaio, in un range tra 600 e 750 milioni di euro. Non è tuttavia scontato che i consiglieri Premafin prendano, sul tema aumento di capitale, una decisione definitiva.

Il consiglio di Premafin ha già una delega per un aumento di capitale fino a 250 milioni, cifra che potrebbe essere sufficiente a sottoscrivere pro quota (vale a dire per il 35%) la ricapitalizzazione Fonsai, senza aver bisogno di una nuova delibera assembleare.

Per sabato dovrebbe tenersi anche un Cda di Unipol, anche se al momento non risultano convocazioni ufficiali, mentre per domenica è in agenda il consiglio di Fonsai che definirà l‘entità esatta dell‘aumento, necessario a riportare il margine di solvibilità della compagnia entro limiti di sicurezza dal 90% attuale.

Sullo sfondo proseguono le trattative tra le banche creditrici e le due holding dei Ligresti a monte della catena di controllo - Sinergia e Imco - per la sistemazione del debito.

Secondo due fonti vicine alla situazione “ci sarebbe già una strada tracciata” per il riassetto che prevede - come già raccontato la scorsa settimana - il conferimento di attivi e debito in un fondo che poi sarà gestito da un operatore del settore immobiliare per la sua valorizzazione.

Non risultano al momento incontri in agenda sul tema nei prossimi giorni né pressioni da parte dei Ligresti - come riporta oggi Il Sole 24 Ore - a definire in fretta un accordo prima della sigla di un‘intesa vincolante con Unipol per Premafin.

D‘altronde - osserva una delle fonti - “un gentlemen agreement c’è già”, mentre una fonte del settore fa notare che la definizione degli immobili da far confluire nel fondo richiede comunque del tempo.

Le società di gestione di immobili stanno alla finestra: la stampa ha indicato più volte IdeaFimit e Hines come potenziali candidati alla gestione del fondo. Manfredi Catella, AD di Hines Italia sgr, si era peraltro intrattenuto per qualche ora nella sede di UniCredit la sera in cui era stata siglata la lettera d‘intenti tra i Ligresti e Unipol.

- Ha collaborato Claudia Cristoferi

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below