14 novembre 2011 / 11:56 / tra 6 anni

Governo al più presto, spread deve ancora calare - Marcegaglia

MILANO, 14 novembre (Reuters) - E’ della massima importanza che la nuova squadra di governo capitanata da Mario Monti, che ha accettato ieri con riserva l‘incarico a formare un nuovo esecutivo, venga incaricata in tempi rapidi per mettere mano alle necessarie riforme strutturali.

Lo dice il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, intervenuta stamane a un convegno a Milano, definendo il lieve recupero dei mercati finanziari soltanto parziale e auspicando un rientro ben più significativo del differenziale di rendimento Italia/Germania.

“E’ molto importante che questo governo nasca presto - nei limiti del possibile ma presto - e metta mano immediatamente alle riforme fondamentali per tornare a crescere e per ottenere il pareggio di bilancio per ridare fiducia e credibilità” dice.

“Avere l‘idea di un governo che voglia fare le riforme è importante ma le riforme vanno realizzate” aggiunge.

Passando poi a commentare l‘andamento della forchetta tra tassi Btp e Bund, misura del rischio Paese, il numero uno di Confindustria definisce la situazione leggermente migliorata ma ancora difficile.

“Con lo spread [tra Btp e Bund decennali] a 570 punti base eravamo in una situazione drammatica, così siamo comunque in una situazione difficile. Questo spread deve calare altrimenti il rischuio è che si blocchi il credito ai cittadini e alle impress” dice.

“E’ un inizio ma bisogna recuperare fiducia. La situazione è difficile ma ce la possiamo fare: dobbiamo tutti lavorare avendo come obiettivo il bene del paese”.

Lo spread tra Btp e Bund era salito fino in area 575 pb mercoledì scorso, per scendere, poi, venerdì. Oggi il differenziale oscilla intorno a 480 punti base.

Quanto all‘eventualità che per far fronte alla grave situazione dei conti pubblici sia necessario imporre nuovi oneri ai contribuenti, secondo Marcegaglia l‘introduzione di nuove tasse andrebbe compensata da alleggerimenti su altri fronti.

“Queste tasse non devono essere messe e basta. Se si deciderà di metterle deono servire per abbassare la pressione fiscale su le imprese e i lavoratori” conclude.

(Andrea Mandalà)

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Per l‘amministratore delegato di Intesa Sanpaolo Corrado Passera il presidente della Repubblica ha ottimamente gestito la crisi di governo incaricando Mario Monti, che ha il sostegno di tutti.

“Napolitano ha gestito la crisi nei modi e nei tempi necessari e quindi ha fatto un gran bene al nostro Paese” ha detto Passera a margine di un convegno milanese per il rinnovo di un accordo di collaborazione con Confindustria per lo sviluppo delle Pmi.

“Monti sta lavorando: deve sapere e sa che siamo tutti con lui. Dalle poche e giuste dichiarazioni che ha fatto [il programma di governo] sarà un insieme di rigore, equità e spinta alla crescita” ha aggiunto.

(Andrea Mandalà)

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Corrado Passera

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below