June 24, 2020 / 1:04 PM / 15 days ago

Italia, Fmi taglia ancora stime Pil 2020, debito visto a 166,1%

MILANO, 24 giugno (Reuters) - Il Fondo monetario internazionale ha ridotto ulteriormente le proprie stime per il Pil italiano del 2020 portandole a -12,8% rispetto al -9,1% fotografato a metà aprile scorso, sulla scia delle pesanti ricadute dell’epidemia di coronavirus.

E’ quanto fa sapere l’organismo con sede a Washington nell’aggiornamento del ‘World economic outlook’ diffuso oggi, sottolineando che a livello globale la pandemia ha avuto un impatto più negativo di quanto stimato in un primo momento e che la ripresa dovrebbe rivelarsi più graduale del previsto.

Il Fondo stima però per il 2021 una ripresa più marcata rispetto a quella ipotizzata ad aprile: +6,3% dal precedente +4,8%.

Sale notevolmente, secondo le previsioni del Fondo, il debito che passa nell’anno in corso a 166,1% in rapporto al Pil dal 155,5% di aprile mentre nel 2021 dovrebbe scendere a 161,9% (da 150,5% di aprile).

In netto aumento anche il rapporto deficit/Pil che nelle stime per il 2020 contenute nell’aggiornamento al ‘Weo’ si porta a 12,7% da 8,3% di aprile e nel 2021 a 7% da 3,5%.

Sara Rossi, in redazione a Milano Sabina Suzzi

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below