June 10, 2020 / 4:52 PM / 2 months ago

Macquarie, F2i concorrenti su possibile investimento in Autostrade-fonti

MILANO, 10 giugno (Reuters) - Il fondo infrastrutturale F2i e l’australiana Macquarie stanno valutando parallelamente un investimento in Autostrade per l’Italia nell’attesa che Atlantia riduca la sua partecipazione per chiudere la disputa con il governo sulla concessione.

Secondo alcune fonti a conoscenza della vicenda sia F2i sia Macquarie hanno potuto studiare i dati finanziari di Autostrade. F2i avrebbe già sondato alcuni investitori istituzionali, tra cui Poste Italiane, riferiscono le fonti.

Macquarie sarebbe pronta a investire insieme a Cassa Depositi e Prestiti e sarebbe aperta a dialogare anche con F2i, ha riferito una fonte. I due fondi, però, finora si sono mossi come due concorrenti su Autostrade.

F2i e Macquarie non hanno commentato. Cdp, interpellata sul tema, ha detto che non ha alcun dossier Autostrade allo studio per ora.

A bloccare le mosse dei due fondi infrastrutturali rimane la diatriba con il governo riguardo alla potenziale revoca della concessione, che rende impossibile effettuare una valutazione effettiva della società.

Nessuna intesa sulla cessione di Autostrade è valutabile senza un accordo che elimini la revoca della concessione e le norme sulla concessione inserite con il Milleproroghe, ha detto Reuters una fonte di Autostrade.

In aggiunta una fonte politica riferisce che il negoziato con il governo sulla revoca è bloccato. Il governo insiste perchè la società accetti una serie di condizioni tra cui un accordo transattivo da 3,4 miliardi di euro, il nuovo sistema di calcolo delle tariffe e modifiche al contratto di concessione che regolino i casi di inadempienza del concessionario.

In aggiunta, la famiglia Benetton, che controlla Atlantia, è riluttante ad acconsentire a una discesa di Atlantia al di sotto del 50% di Autostrade.

Se entro la fine di giugno non ci sarà in vista un compromesso, Autostrade si vedrà costretta a valutare l’avvio di una procedura per restituire la concessione al governo, in cambio di una compensazione, per tutelare i suoi azionisti, ha detto una fonte vicina a Autostrade. La mossa aprirebbe molto probabilmente una lunga battaglia legale dagli esiti incerti. (Stephen Jewkes, Francesca Landini e Giuseppe Fonte, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below