1 agosto 2008 / 12:02 / tra 9 anni

PUNTO 2 - Finanziaria martedì in Cdm,ok a settembre - Berlusconi

(aggiunge dichiarazioni Berlusconi a Napoli a paragrafo 7)

ROMA, 1 agosto (Reuters) - Dopo un primo esame oggi, il Consiglio dei ministri tornerà a discutere di Finanziaria nella riunione di martedì, anche se il ddl sarà formalmente presentato dopo la pausa estiva a settembre.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi.

“Nel Consiglio abbiamo discusso del tema principale che è quello della prossima legge Finaziaria”, ha detto Berlusconi.

Dopo il via libera definitivo della Camera alla manovra economica, previsto per martedì, “ci sarà un Consiglio dei ministri dove discuteremo della Finanziaria che presenteremo a settembre e che conterrà quanto anticipato nel decreto”, ha aggiunto.

“Martedì ci sarà l‘ultimo Consiglio dei ministri prima della pausa estiva e in questo Consiglio cominceremo a mettere le basi per la discussione della legge Finanziaria in cui annunciamo che ci sarà il coinvolgimento anche di tutte le forze parlamentari”, ha continuato Berlusconi.

“Crediamo che in questa Finanziaria, in cui si cercheranno di ridurre gli sprechi e i privilegi, ci siano i numeri che ci consentiranno di sopportare e superare bene anche questa crisi”, ha aggiunto il premier.

Nel pomeriggio a Napoli, Berlusconi ha negato frizioni con il Quirinale dopo la precisazione di stamani con la quale il Colle chiedeva che la finanziaria fosse presentata contestualmente al progetto di bilancio. “C’è un colloquio cordialissimo con il Quirinale. Non ricordo periodi di cosi grande distanza fra la realtà e quello che riportano i giornali...”.

QUIRINALE: FINANZIARIA VA PRESENTATA CON PROGETTO BILANCIO

L‘ipotesi che il Consiglio dei ministri potesse esaminare la Finanziaria era emersa ieri da fonti politiche ma il ministero dell‘Economia aveva smentito la notizia come “totalmente priva di fondamento”.

A dettare prudenza al governo devono aver pesato le valutazioni del Quirinale. In una nota appena diffusa il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, precisa infatti che la Finanziaria va presentata “contestualmente al progetto di bilancio a legislazione vigente”.

“Non si tratta del rispetto di inutili formalismi”, continua la nota, poiché la Finanziaria “serve comunque a modificare la legislazione vigente”.

“In conseguenza, per comprendere quale sia l‘effetto definitivo delle proposte del Governo, occorre confrontarle con il quadro finanziario derivante dalle decisioni assunte in passato, quantificato nel progetto di bilancio a legislazione vigente, in mancanza del quale risulterebbe ardua la stessa verifica della copertura della Finanziaria prescritta dalle norme contabili”, spiega il Quirinale.

La Finanziaria 2009 si avvia ad essere molto diversa dalle precedenti poiché il governo, come ha ribadito oggi Berlusconi, ha deciso di anticipare la manovra economica per il 2009 e per gli anni successivi nel decreto legge approvato oggi in Senato.

Secondo quanto detto dal Ragioniere generale dello Stato Mario Canzio il 4 luglio scorso, quella del 2009 “sarà una Finanziaria tabellare”. Dovrebbe contenere, quindi, solo le tabelle con le allocazioni di risorse stabilite nella manovra.

Lo stesso decreto in corso di conversione in Parlamento dispone che in via sperimentale la Finanziaria 2009 debba contenere “esclusivamente disposizioni strettamente attinenti al suo contenuto tipico con l‘esclusione di disposizioni finalizzate direttamente al sostegno o al rilancio dell‘economia nonché di carattere ordinamentale, microsettoriale o localistico”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below