13 maggio 2008 / 10:47 / 10 anni fa

Monetario, o/n torna a 4% dopo fine tuning, tassi calano a p/t

MILANO, 13 maggio (Reuters) - Il mercato monetario, impegnato oggi nella chiusura del periodo di mantenimento della riserva, aggiusta perfettamente i conti, come proposto dalla Bce con l‘operazione di fine tuning proposta oggi per drenare i fondi in eccesso.

Il tasso overnight ha reagito con un rialzo dopo la sua permanenza sotto il livello di riferimento Bce del 4% da giovedì scorso, proprio per via dell‘eccesso di fondi.

La Bce ha drenato con l‘operazione a un giorno tutti i 23,5 miliardi proposti, cosa non scontata visto che nell‘asta del mese scorso sono una parte della proposta è stata accolta.

“Visto che l‘altra volta, non partecipando all‘asta, la gente si è vista scottata dalla reazione dei tassi, stavolta ha partecipato numerosa” commenta un tesoriere.

Hanno partecipato 29 banche per un ammontare complessivo di 32,5 miliardi.

Il saldo di ieri è risultato più basso delle attese a 190,594 miliardi con 58,5 miliardi di mumeri neri.

“Con l‘aggiustamento di stamane della Bce la chiusura rob stasera non dovrebbe dare problemi” dice un altro tesoriere.

TASSI IN CALO SU P/T SETTIMANALE

A servizio del nuovo periodo che inizia domani, la Bce stamane è intervenuta anche con la consueta operazione di rifinanziamento a 7 giorni, con la quale ha iniettato 25 miliardi di euro oltre le necessità rilevate sul sistema.

I tassi per altro sono risultati decisamente in calo dopo il picco della scorsa settimana.

Il tasso marginale è sceso al 4,18% dal 4,26% della settimana scorsa. Il tasso medio è sceso al 4,26% dal 4,29% di martedì scorso. “Difficile dire che cosa può significare questo calo. La cosa più scontata dovrebbe essere che la gente si è stancata di strapagare fondi a una settimana. E sarebbe ora. Ma si è visto anche altre volte che poi sul mercato sono tornate le tensioni” dice un tesoriere.

L‘euribor a una settimana è stato fissato ancora al rialzo stamane a 4,233% da 4,198% ieri.

La Banca centrale europea ha collocato 191,5 miliardi di euro a fronte del p/t in scadenza da 150 miliardi di euro rispetto al quale la Bce ha iniettato 41,5 miliardi di euro.

La Bce ha anche rivisto stamane l‘ammontare benchmark a 166,5 miliardi dai 164,5 miliardi di ieri e parallelamente anche la sua stima per la necessità media giornaliera di liquidità proveniente da fattori autonomi dal 14 al 20 maggio a 253,5 miliardi di euro da 251,5 miliardi visti ieri.

Il tasso overnight quota alle ore 12,20 italiane 4,00%, da 3,88% all‘annuncio dell‘operazione fine tuning e da Eonia ieri 3,73%.

Dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.

Molto tranquillo invece il mercato dei derivati sui tassi con quotazioni poco lontane da quelle di ieri “in mancanza di spunti” secondo i tesorieri.

Non cambiano quindi le aspettative del mercato rispetto alle prossime mosse della Bce, con una modesta possibilità (circa un 20%) di un taglio dei tassi verso la fine dell‘anno.

Oggi pomeriggio sono in agenda i dati sulle vendite al dettaglio Usa di aprile, con attese per un calo dello 0,1% su mese dopo il +0,2% di marzo. Inoltre sono attesi commenti da esponenti della Fed, compreso Bernanke alle ore 14,20 italiane.

Il futures a settembre è a 95,335 in calo di 0,015, il dicembre è a 95,49 in calo di 0,010.

L‘euribor a tre mesi è stato fissato stamane a 4,856% da 4,857% ieri, eguagliando il massimo di 4 mesi registrato lo scorso 30 aprile. Stabile da ieri anche la stessa scadenza sull‘Eonia swap fissata stamane a 4,029%.

Lo spread tra i due tassi, visto come un indicatore del grado di fiducia delle banche circa le prospettive di liquidità e il rischio di credito, resta al record di 82,8 pb.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below