29 gennaio 2009 / 07:37 / tra 9 anni

BORSE ASIA-PACIFICO - In rialzo su ottimismo piano Usa, bene HK

---------------------------------------------------------------- INDICE                      ORE 8,30     VAR%     CHIUSURA 2008 MS A-P exJ .MIAPJ0000PUS   229,01     +0,97           247,35 HONG KONG .HSI          1.3158,31     +4,66        14.387,48 SINGAPORE .FTSTI          1759,57     -0,37         1.761,56 TAIWAN .TWII                chiusa per festività    4.591,22 SEOUL .KS11               1166,56     +0,74         1.124,47 SHANGHAI COMP .SSEC         chiusa per festività    1.820,80 SYDNEY               3526,20     +0,88         3.722,30 INDIA .BSESN              9261,34     +0,04         9.647,31 ----------------------------------------------------------------
 MILANO, 29 gennaio (Reuters) - Le borse asiatiche viaggiano in positivo, ad eccezione di Singapore, con gli investitori confortati dall‘approvazione da parte della Camera Usa del pacchetto di stimolo da 825 miliardi di dollari voluto dal presidente Barack Obama.
 Si tratta della prima vittoria legislativa del nuovo presidente, nonostante il piano debba ancora passare in Senato.
 Contemporaneamente le autorità Usa hanno iniziato a parlare più apertamente della possibilità di dare vita a una “bad bank” che assorba tutti gli asset tossici ancora detenuti dalle banche.
 Gli scambi restano tuttavia ridotti sui mercati asiatici, con SHANGHAI .SSEC e TAIWAN .TWI ancora chiuse per le festività del Nuovo anno lunare e con le altre borse asiatiche che limitano la risalita dopo il forte rialzo di ieri.
 Fa eccezione HONG KONG .HSI, riemersa oggi dalle festività con un balzo di oltre il 4,6%, rimettendosi in pari con i guadagni realizzati questa settimana dai mercati mondiali sulla ripresa dei finanziari. Hsbc (0005.HK) vola di oltre l‘8%, guidando la corsa dei bancari.
  Gli istituti finanziari sono protagonisti anche a SEUL .KS11, sebbene i guadagni siano compensati dalle perdite dei titoli tlc.
 Avanza incerta SYDNEY  dove, all‘ottimismo per il piano Obama, si accompagna la diffidenza degli investitori in vista delle trimestrali e della possibilità che molte società abbiano bisogno di ricorre a aumenti di capitale per ripagare i debiti.
 Ieri l‘indice paneuropeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 ha chiuso in rialzo del 3,21% a 810,82 punti, mentre a Wall Street il Nasdaq .IXIC ha terminato la seduta a +3,55 e l‘indice S&P 500 .SPX a +3,36%.
 Intorno alle 8,30 l‘indice regionale MSCI .MIAPJ0000PUS dell‘azionariato dell‘Asia-Pacifico - che non comprende la borsa di Tokyo - sale di quasi l‘1%, mentre il Nikkei giapponese .N225 ha chiuso in rialzo di quasi l‘1,8%.
      

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below