November 27, 2019 / 1:52 PM / 12 days ago

AXA abbandonerà investimenti in carbone paesi Ocse entro 2030

PARIGI/LONDRA, 27 novembre (Reuters) - Il gruppo assicurativo francese AXA sta rafforzando la sua strategia sul clima impegnandosi a uscire dal carbone più velocemente e in un maggior numero di paesi, in uno scenario in cui le autorità chiedono una transizione più rapida verso un’economia a basso uso di carbone.

AXA ha detto che come investitore uscirà completamente dall’industria del carbone in diversi paesi appartenenti all’Ocse e all’Unione Europea entro il 2030, e nel resto del mondo entro il 2040.

Le istituzioni finanziarie e le aziende industriali sono sotto costante pressione da parte degli investitori affinché mostrino passi avanti sostanziali a sostegno dell’implementazione dell’Accordo di Parigi del 2015 promosso dalle Nazioni Unite per evitare le conseguenze catastrofiche del riscaldamento globale.

Negoziatori da oltre 200 paesi si incontreranno a Madrid tra il 2 e il 13 dicembre per elaborare i dettagli su come implementare lo storico accordo sul clima di Parigi e su come aumentare i tagli delle dannose emissioni di gas serra.

Un rapporto delle Nazioni Unite questa settimana mostra che le emissioni di gas serra hanno toccato un record nel 2018 e sottolinea che i tagli alle emissioni dovranno aumentare significativamente tra il 2020 e il 2030 per raggiungere l’obiettivo fissato a Parigi.

Tra le altre manovre annunciate oggi, il gruppo assicurativo francese ha detto che stanzierà 12 miliardi di euro in “investimenti verdi” tra il 2020 e il 2023.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below