November 20, 2019 / 4:56 PM / 18 days ago

BORSA USA-In calo, escalation tensioni Usa-Cina solleva dubbi su accordo commerciale

20 novembre (Reuters) - Wall Street viaggia in leggero ribasso, con le speranze di un accordo commerciale Usa-Cina che sfumano sull’escalation delle tensioni tra le due superpotenze, relegando in secondo piano le stime ottimistiche dei retailer Target e Lowe’s.

** Pechino ha condannato il provvedimento adottato dal Senato Usa volto a proteggere i diritti umani a Hong Kong nell’ambito delle proteste in corso, inasprendo ulteriormente il sentiment dopo che il presidente Usa Donald Trump ha minacciato un rincaro dei dazi sulle importazioni cinesi qualora non si raggiungesse un’intesa con Pechino.

** “La Cina ha reso chiaro di non voler assistere ad alcuna ingerenza straniera a Hong Kong. Questo il vero elemento negativo all’avvio degli scambi di oggi”, commenta Rick Meckler, partner di Cherry Lane Investments a New Vernon, nel New Jersey.

** Gli investitori guardano oltre le solide trimestrali di TARGET e LOWE’S, all’indomani delle previsioni deludenti di HOME DEPOT e KOHL’S CORP che hanno sollevato timori sulla forza dei consumatori statunitensi.

** Sei degli 11 principali settori sull’S&P 500 sono in ribasso, con l’indice finanziario in calo dello 0,6% dopo che il rendimento del Treasury a 10 anni ha toccato i minimi delle ultime due settimane e mezzo.

** Nonostante dati recenti indichino una resilienza dell’economia Usa, tornano ad insinuarsi i timori di una recessione, con il divario tra i rendimenti dei titoli di Stato a 2 e 10 anni ai minimi di oltre due settimane.

** A registrare le perdite maggiori sono i settori dei servizi di comunicazione e dell’energia, mentre l’indice Philadelphia Semiconductor — sensibile al commercio — segna una flessione dello 0,26%.

** L’attenzione è ora rivolta alle minute dell’incontro della Federal Reserve di ottobre che saranno diffuse stasera.

** Intorno alle 17,20, il Dow Jones è in ribasso dello 0,29%, l’S&P 500 cede lo 0,10% e il Nasdaq Composite è a -0,04%.

** La catena di abbigliamento giovanile URBAN OUTFITTERS crolla del 14% dopo aver mancato le stime trimestrali sulle vendite in ragione della debolezza della domanda per il marchio omonimo.

Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, camilla.caraccio@thomsonreuters.com, +48587721396

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below