June 6, 2019 / 5:47 PM / 6 months ago

Processo Mps, avvocato: "Assoluta innocenza Vigni, reati insussistenti"

MILANO, 6 giugno (Reuters) - Al processo Mps in corso al Tribunale di Milano, è iniziata oggi la serie di arringhe difensive dei legali degli imputati con l’avvocato Francesco Centonze che ha affermato “l’assoluta innocenza di [ex direttore generale della banca] Antonio Vigni da tutti i reati che gli vengono contestati in questo procedimento, a fronte di argomenti di prova della procura di Milano che sono modesti e il più delle volte insussistenti”.

“Sono otto anni che Vigni gira per i tribunali italiani: una prova di vita difficilissima e la procura chiede adesso otto anni di carcere per reati insussistenti”, ha dichiarato l’avvocato che, insieme alla collega Carla Iavarone, è intervenuto in aula per sette ore.

“Al contrario, per noi, è da assolvere perché il fatto non sussiste, non è stato commesso o non costituisce reato”.

Il 16 maggio scorso la procura ha concluso la sua requisitoria presentando le sue richieste di condanna, cui hanno fatto seguito quelle avanzate dalle parti civili.

Al centro del processo, i cui atti sono stati trasmessi dalla procura di Siena a quella di Milano per competenza nel 2015, ci sono presunte irregolarità in operazioni finanziarie che, dal dicembre 2008 al settembre 2012, sarebbero servite a occultare le perdite causate dall’acquisto di Antonveneta, costata circa 10 miliardi di euro nel 2008.

Sul banco degli imputati, 13 persone più Deutsche Bank e Nomura.

I capi di imputazione vanno dalle false comunicazioni sociali all’aggiotaggio all’ostacolo all’Autorità di vigilanza, cioè a Consob e Bankitalia.

Sul banco degli imputati, come detto, ci sono 13 persone — oltre agli ex vertici Mps anche sei ex dirigenti Deutsche Bank e due ex manager di Nomura — e tre società: Nomura e la sede di Londra e la sede centrale di Deutsche. La banca senese uscì dal processo con un patteggiamento nel 2016.

Oggetto del processo, in particolare, sono state le operazioni sui derivati Santorini e Alexandria, sul prestito ibrido Fresh e sulla cartolarizzazione Chianti Classico. Tutte transazioni che, secondo l’accusa, sarebbero state utilizzate per nascondere perdite per oltre 2 miliardi di euro.

Tutti gli imputati hanno sempre respinto gli addebiti, sostenendo che non ci fu nessun ostacolo alle autorità di vigilanza, perché nulla fu occultato delle operazioni, e nessun trucco contabile, perché i principi contabili su come registrare le operazioni sarebbero stati conformi a quanto prescritto da Bankitalia e Consob.

L’avvocato Centonze oggi ha poi sottolineato l’impossibilità dell’ex manager di aver commesso il reato di falso in bilancio perché “non era un consigliere d’amministrazione, né il dirigente preposto alla tenuta delle scritture contabili, e non si vede come avrebbe potuto, quindi, partecipare alla formazione di un documento che non gli competeva”.

Anche nell’ideazione e costruzione dagli strumenti ibridi Fresh, che avrebbero dovuto puntellare il core capital di Mps dopo l’acquisizione di Banca Antonveneta, Vigni non avrebbe avuto nessun ruolo.

“Questa evidenza è lampante dopo il nostro ritrovamento, in una stanza polverosa di una sede della Guardia di Finanza di Roma, di una serie di email tra l’avvocato Crisostomo, l’allora consulente di Mps che possiamo definire l’ideatore del Fresh, e una serie di soggetti dell’istituto senese coinvolti nell’operazione. Queste email, che la procura non ha voluto leggere e che arrivano fino al 2013, non hanno mai per destinatario il dottor Vigni”.

Anche per ciò che riguarda l’ostacolo all’attività di vigilanza, in particolar modo di Banca d’Italia, gli avvocati hanno tenuto a sottolineare che “è negli atti che Bankitalia avesse approvato le operazioni di rafforzamento del capitale tramite strumenti finanziari ibridi, dando il via libera al loro inserimento nel patrimonio core del gruppo”.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below