November 27, 2018 / 2:32 PM / in 12 days

PUNTO 1-Maire Tecnimont, vede 50 mln Ebitda al 2023 per NextChem

(Aggiunge dettagli da presentazione)

MILANO, 27 novembre (Reuters) - Maire Tecnimont vede un Ebitda pari a 50 milioni al 2023 per NextChem, una nuova business unit, un veicolo dedicato alle nuove tecnologie per accompagnare la transizione energetica.

Negli ultimi cinque anni — ricorda un comunicato della società attiva nei settori dell’engineering & construction (E&C), technology & licensing ed energy business development & ventures — sono stati investiti 50 milioni di euro in oltre 70 progetti di innovazione.

La creazione della business unit era stata annunciata coi risultati dei primi nove mesi, ma ad inizio novembre non erano state communicate stime sulle prospettive economiche.

L’iniziativa di green acceleration è stata presentata nel corso di un evento chiamato ‘NextChem - Maire Tecnimont per l’innovazione’.

L’amministratore delegato, Pierroberto Folgiero, ha descritto la logica che ha portato Maire Tecnimont a ritenere che ora sia “il right timing della chimica verde. Il contesto sociale è pronto, vogliamo guidare la creazione di un ecosistema”.

L’AD si è soffermato a parlare degli sviluppi dell’industria, con particolare attenzione ai tre step dello sviluppo: ridurre il consumo di plastica, migliorarne l’utilizzo e creare nuovi prodotti, arrivando ai biocarburanti, all’oleochimica, all’ottenimento di polimeri dalle nuove materie prime, alternative agli idrocarburi, al ricorso alle alghe per sottrarre anidride carbonica, sino ad arrivare al bio-coating dell’urea e all’uso dell’elettrolisi per produrre fertilizzanti. “Per ogni step abbiamo sviluppato delle tecnologie”, ha spiegato Folgiero.

Secondo la società presieduta da Fabrizio Di Amato, si prevede che il mercato di riferimento complessivo delle iniziative a supporto della transizione energetica varrà 120 miliardi nel 2025, in forte aumento dai 40 miliardi del 2018, con un tasso annuo di crescita composto superiore al 15%.

Il portafoglio di progetti finanziati fino a questo momento da Maire Tecnimont “contiene iniziative per mitigare le ricadute ambientali delle tecnologie utilizzate per la trasformazione di petrolio e gas, per incentivare la circular economy e per individuare additivi o sostituti del petrolio che permettano la produzione di carburanti e plastiche da fonti rinnovabili”.

L’evento ha costituito l’occasione per siglare un accordo con Enea — l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile —, “con l’obiettivo di realizzare insieme progetti nel campo della chimica verde e dell’economia circolare”.

Per il testo integrale del comunicato diffuso dalla società, i clienti Reuters possono cliccare su

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana, con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon le parole “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below