November 26, 2018 / 2:13 PM / 21 days ago

Kering internalizza l'e-commerce mentre il lusso si dà battaglia sull'online

PARIGI, 26 novembre (Reuters) - Kering ha annunciato che gestirà da sola i siti di e-commerce dei suoi marchi a partire dal 2020 nell’ambito di un più ampio piano sulle sue strategie digitali.

Il gruppo francese pone così fine alla joint venture in corso dal 2013 con Yoox Net-A-Porter (Ynap) - l’e-tailer fondato da Federico Marchetti e passato nella prima parte dell’anno sotto il pieno controllo del gruppo svizzero Richemont - che gestiva sette marchi Kering tra cui Alexander McQueen, Bottega Veneta e Balenciaga. Il sito Gucci era invece già gestito internamente.

Kering continuerà invece a vendere i suoi prodotti sulle piattaforme multimarca come Net-A-Porter.

Dopo un’iniziale cautela nel mondo delle vendite online, i grandi marchi della moda e della goielleria stanno ora investendo sempre più risorse in questo canale sviluppando internamente il know how necessario, con l’obiettivo di avere pieno accesso ai dati sensibili - e strategici - della propria clientela.

Lvmh, colosso che possiede tra gli altri il brand Louis Vuitton, ha lanciato l’anno scorso un proprio sito multibrand col nome di 24 Sevres e ha sviluppato internamente i siti dei suoi marchi.

Richemont intanto, titolare di marchi come Cartier, ha preso il controllo di Ynap per rafforzare la sua presenza online, anche se questo aveva subito sollevato il dubbio se gli altri brand concorrenti avrebbero voluto mantenere le loro partnership con Ynap.

Al momento Ynap gestisce i negozi online di oltre 20 marchi tra cui Armani e Moncler, un’area di business che valeva il 10% dei ricavi nel 2017.

“Pensiamo che un numero crescente di marchi del lusso possa chiudere la collaborazione con Ynap”, scrive Berenberg in una nota.

Un portavoce di Richemont non ha rilasciato commenti all’annuncio di Kering.

Il gruppo francese ha annunciato contestualmente una collaborazione con Apple per sviluppare un’application sull’accesso ai dati di magazzino da parte dei commessi.

Le vendite online di Kering valevano il 6% dei 6,4 miliardi di fatturato archiviati nel primo semestre dell’anno e sono cresciute dell’80% nel terzo trimestre, ben più di quelle nei negozi e nei department store.

(Sarah White, Pascale Denis)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below