November 22, 2018 / 12:06 PM / 18 days ago

Tim, Di Maio a sindacati: garanzie su esuberi in piano rete unica

ROMA, 22 novembre (Reuters) - Il governo cerca di rassicurare i sindacati di Tim, che temono fino a 20.000 esuberi se sarà attuato il progetto di una società della rete unica con Open Fiber.

“Il nostro obiettivo è salvaguardare i livelli occupazionali e sullo scorporo della rete non c’è nessun progetto in corso”, ha detto il vice premier e titolare dello Sviluppo, Luigi Di Maio, mentre al ministero è in corso un presidio dei lavoratori del settore.

Secondo il Messaggero, il piano per integrare le reti di Tim e di Open Fiber, controllata da Cassa depositi e prestiti e Enel , prevede il trasferimento alla nuova società di 30.000 lavoratori oggi in Telecom su un totale di quasi 50.000.

Il Movimento cinque stelle ha presentato in Senato un emendamento al decreto fiscale che incentiva la nascita della newco con un regime tariffario incentivante, secondo il modello ‘regulated asset base’ già in vigore per Terna e Snam.

Le tariffe saranno fissate “tenendo conto anche del costo storico degli investimenti effettuati in relazione alle reti di accesso trasferite, della forza lavoro dell’impresa separata e delle migliori pratiche regolatorie europee e nazionali”, si legge nel testo depositato da Emiliano Fenu, senatore cinque stelle e relatore del decreto.

La Lega teme tuttavia che il riferimento esplicito alle garanzie occupazionali si traduca in tariffe più elevate a danno del consumatore e, tramite il capogruppo Massimiliano Romeo, ha presentato un emendamento correttivo.

“Occorre evitare che il richiamo al costo storico delle reti nella determinazione della remunerazione comporti l’eccessivo e incontrollato innalzamento della remunerazione, il cui peso finanziario verrebbe inevitabilmente scaricato sugli utenti finali da parte degli operatori”, spiega il partito di Matteo Salvini.

L’emendamento di Romeo sostituisce il riferimento alla “forza lavoro” con un più generico accenno al “piano triennale di investimenti per la realizzazione e manutenzione delle reti”.

Viene inoltre aperta la strada a una società della rete “sotto controllo di terzi indipendenti”, per evitare conflitti di interesse tra la newco e gli operatori che conferiscono gli asset.

Una fonte parlamentare spiega che Fenu riformulerà oggi il suo emendamento per recepire le indicazioni leghiste.

La commissione Finanze del Senato andrà avanti fino a lunedì nell’esame del decreto. Il via libera dell’aula, secondo il calendario attuale dei lavori, è atteso per martedì 27 novembre.

(Giuseppe Fonte)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below