November 19, 2018 / 3:42 PM / a month ago

Tria: manovra non cambia, in Ue pregiudizi su politiche espansive

BRUXELLES, 19 novembre (Reuters) - L’Italia non ha intenzione di cambiare la manovra per il 2019 ma il dialogo con la Commissione europea prosegue per evitare uno scontro “che non ha ragione di esistere”.

Lo ha detto il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, al termine dell’Eurogruppo straordinario a Bruxelles.

Tria ha ribadito che un generale rallentamento dell’economia in Europa, anche in Francia e Germania, ha portato il governo giallo-verde a fissare un tetto massimo di deficit/Pil al 2,4% per il prossimo anno, target che ha provocato la bocciatura della manovra da parte dell’esecutivo Ue.

“Non vedo pregiudizi anti italiani ma sulle politiche economiche”, ha detto il ministro contestando l’idea di un Paese dalla ‘finanza allegra’. “Abbiamo un surplus primario da venti anni, tranne un anno”, ha detto riferendosi al periodo della crisi dopo il 2008.

Il ministro ha detto che il governo non ha intenzione di attuare un piano di privatizzazioni perdendo il controllo di asset strategici o che danno rendimenti di lungo periodo maggiori di quelli attuali.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below