November 16, 2018 / 4:08 PM / in 24 days

PUNTO 1-Carige, fiducioso su sostegno grandi soci a rafforzamento patrimoniale - AD

(Aggiunge dettagli, background)

MILANO, 16 novembre (Reuters) - L’AD di Carige Fabio Innocenzi è fiducioso che i principali azionisti della banca, in primo luogo Malacalza Investimenti, non facciano mancare il loro apporto alla manovra di rafforzamento patrimoniale annunciata lunedì scorso.

“Sono assolutamente fiducioso leggendo le dichiarazioni che gli azionisti hanno fatto ai giornali. Sono tutte dichiarazioni che mi lasciano fiducioso”, ha risposto Innocenzi, a margine del forum del Private Banking organizzato da Aipb, a chi gli domandava quali fossero le aspettative del management sul sostegno dei principali azionisti.

La manovra di rafforzamento patrimoniale decisa da Carige lunedì scorso per rientare nei parametri di sicurezza previsti dalla Bce prevede un’operazione in due fasi: una prima emissione di un bond subordinato Tier 2 per 320-400 milioni di euro — di cui 320 milioni verranno sottoscritti dallo schema volontario del Fondo Interbancario di Garanzia — e un successivo aumento di capitale in opzione da 400 milioni mirato ad assorbire l’emissione del bond.

In borsa il titolo continua a soffrire per le dimensioni del rafforzamento patrimoniale, superiore alle iniziali attese, lasciando sul terreno oltre il 50% da inizio settimana.

Tenuto conto dell’andamento del titolo, la Consob ha disposto oggi pomeriggio il divieto temporaneo alle vendite allo scoperto sul titolo fino all’intera seduta di lunedì.

La decisione del nuovo management sulla manovra di rafforzamento patrimoniale è essenzialmente legata ai 256 milioni di rettifiche su crediti contabilizzate nei nove mesi a fine settembre a causa delle verifiche effettuate sul portafoglio crediti, nel terzo trimestre, in seguito dell’ispezione da parte della Bce.

“Il consiglio si è subito attivato in modo preciso e puntuale, insieme alla struttura interna a alle consulenze esterne, per garantire la massima trasparenze e rigore nel momento in cui abbiamo approvato la trimestrale”, ha detto Innocenzi sul tema delle nuove rettifiche emerse in bilancio, e che hanno portato ad una perdita di periodo di 188,9 milioni.

E a chi gli domandava su eventuali responsabilità del precedente management, l’AD di è limitato a rispondere: “Posso solo parlare per il consiglio di amministrazione che è entrato in carica a fine settembre, quindi un mese e due settimane”.

Innocenzi ha sottolineato che i due pilastri su cui si fonda la manovra sono la “messa in sicurezza” dell’istituto e il diritto di opzione garantito agli azionisti che intendono partecipare al rafforzamento.

Relativemente alla prima fase, quella sull’emissione del bond, l’AD ha specificato che, una volta stabilito il tasso di remunerazione, saranno avviati i contatti per raccogliere le eventuali manifestazioni di interese da parte di investitori privati per il restante ammontare non sottoscritto dal Fitd.

A questo proposito Pop Sarl, la società che fa capo a Raffaele Mincione, azionista con il 5,4% circa, ha fatto sapere nei giorni scorsi di impegnarsi per un importo di 20 milioni. Malacalza, secondo indiscrezioni stampa non sottoscriverà, invece, il bond e potrebbe partecipare al futuro aumento di capitale della banca solo a fronte di un piano industriale ‘chiaro e convicente’.

Innocenzi ha detto oggi che il management sta lavorando ad un nuovo piano industriale, in vista dell’aumento, e che sarà presentato insieme al bilancio del 2018.

ANALISI CON ADVISOR SU M&A, AD OGGI NO IPOTESI CONCRETE

In tema di M&A, Innocenzi ha detto che “l’analisi che stiamo facendo con l’advisor è ampia e articolata” ma ad oggi non ci sono “ipotesi concrete”.

“E’ un dossier che abbiamo aperto per capire quali possano essere le soluzioni in via di aggregazione, in modo da poter beneficiare di sinergie e non solo di vantaggi di un piano stand alone. E’ un aspetto importante perchè dà un’opzione in piu”, ha detto.

Quanto ai tempi, e chi gli chiedeva se entro la fine dell’anno prossimo fosse un orizzonte ipotizzabile per un’aggregazione, l’AD ha detto che “da oggi alla fine del 2019 c’è più di un anno, quindi di sicuro è un tempo adeguato per fare tutte le analisi e gli approfondimenti. Non ho la sfera di cristallo per poter dire se e quando verra’ conclusa un’operazione’.

(Andrea Mandalà)

.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below