November 16, 2018 / 9:02 AM / a month ago

Zona euro, Draghi prospetta ripresa inflazione più lenta tra "incertezze"

FRANCOFORTE, 16 novembre (Reuters) - Il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi ha confermato l’intenzione di terminare il programma di stimoli a fine anno ma ha anche espresso cautela rispetto alle prospettive di crescita, sottolineando che la ripresa dell’inflazione potrebbe essere più lenta di quanto anticipato.

“Se le aziende iniziano a diventare più incerte sulle prospettive di crescita e inflazione, la pressione sui margini potrebbe dimostrarsi più persistente”, ha detto Draghi in occasione di una conferenza.

“Questo influenzerebbe la velocità di ripresa dell’inflazione sottostante e quindi il percorso dell’inflazione che ci aspettiamo di vedere nei prossimi trimestri”, ha aggiunto. “Le incertezze che circondano l’outlook a medio termine sono aumentate”.

La Bce ha detto da tempo che intende porre fine al programma di acquisto di bond da 2.600 miliardi di euro entro la fine dell’anno e punta a mantenere i tassi su minimi record almeno fino alla fine della prossima estate.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below