November 15, 2018 / 12:06 PM / a month ago

Salvini: Stato può fare a meno di alcune partecipazioni, mai Eni

ROMA, 15 novembre (Reuters) - Lo Stato può dismettere immobili e alcune partecipazioni azionarie, “mai pezzi di Eni o gioielli di famiglia”, secondo il ministro dell’Interno e vice premier Matteo Salvini.

“Ci sono partecipazioni azionarie di cui lo Stato può fare a meno incassando soldi”, ha detto il leader della Lega a Napoli.

Il ministero dell’Economia è tornato a studiare la cessione a Cassa depositi e prestiti (Cdp) del 53,28% detenuto in Enav e di una quota pari a circa il 3,3% di Eni, con un controvalore complessivo di circa 3 miliardi ai valori attuali, hanno riferito a Reuters ieri due fonti vicine al dossier.

Nel presentare la bozza di bilancio aggiornata alla Commissione europea, il Tesoro ha alzato i “proventi da dismissioni ed altre entrate afferenti al Fondo di ammortamento del debito pubblico” all’1% del pil dal precedente 0,3 nel 2019, circa 18 miliardi in valore assoluto.

“Penso che incasseremo anche di più di 18 miliardi, sono ottimista per natura”, ha detto Salvini.

(Francesca Piscioneri)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below