November 9, 2018 / 12:08 PM / in a month

Manovra, Bankitalia: spread va abbattuto, costerebbe oltre 5 mld in 2019

ROMA, 9 novembre (Reuters) - Il governo deve attivarsi per “abbattere lo spread” perché “i segnali che gli investitori percepiscono sono importanti”.

Lo dice in un’audizione in Parlamento sulla manovra Luigi Federico Signorini, vice direttore generale della Banca d’Italia.

L’incertezza sulla politica di bilancio si è già tradotta in maggiori interessi sul debito che sono costati “al contribuente quasi 1,5 miliardi” negli ultimi sei mesi. “Costerebbe oltre 5 miliardi nel 2019 e circa 9 nel 2020, se i tassi dovessero restare coerenti con le attuali aspettative dei mercati”, ha avvertito Signorini.

“La crescita dei tassi di interesse sul debito pubblico ha un effetto in qualche modo comparabile a una stretta monetaria; una stretta però assai più marcata e rapida di qualsiasi ipotizzabile (futuro, graduale) processo di normalizzazione della politica dell’Eurosistema”.

“Essa rischia di vanificare tutto l’impulso espansivo atteso dalla politica di bilancio”, prosegue Bankitalia aggiungendo che in caso di nuova recessione l’Italia si troverebbe con un disavanzo elevato e “ristretti” margini di manovra.

“Credo che vi sia consenso sull’idea che il rischio dell’avvio di un circolo vizioso tra disavanzo, tassi, fiducia e crescita deve essere evitato. Tenuto anche conto delle attuali condizioni finanziarie internazionali, episodi di improvvisa volatilità, per improbabili che possano apparire al momento, non possono essere esclusi”.

Invece, prosegue Signorini, “un controllo credibile della dinamica del disavanzo e del debito trova alimento in se stesso, ampliando in ultima analisi le risorse a disposizione della collettività”.

“Auspico dunque che, nell’ambito dell’interlocuzione in corso con la Commissione e con il Consiglio europeo, si trovi una soluzione che concili il rispetto sostanziale delle regole cui l’Italia è tenuta come membro dell’unione monetaria, e che assicurano un credibile percorso di rientro nel medio termine, con accorte misure di sostegno all’economia e con il perseguimento degli obiettivi politici del Governo e del Parlamento”.

Bankitalia rinnova le perplessità già avanzate al momento di commentare gli obiettivi del governo. Le informazioni resesi disponibili nelle ultime settimane hanno confermato i segnali di indebolimento dell’economia e “rendono ambizioso il conseguimento degli obiettivi di crescita prefigurati dal Governo per il prossimo anno”.

“Le valutazioni fornite un mese fa circa gli effetti macroeconomici della manovra rimangono complessivamente confermate alla luce delle misure in discussione1. L’impatto espansivo prefigurato dal Governo appare elevato”.

(Giuseppe Fonte)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below