November 8, 2018 / 8:45 AM / 8 months ago

Generali, utili in crescita in 9 mesi, centrerà tutti i target piano per 2018

MILANO, 8 novembre (Reuters) - Generali archivia i conti dei primi nove mesi del 2018 con utili in crescita e una posizione patrimoniale solida, malgrado la volatilità dei mercati.

In attesa della presentazione del nuovo piano industriale, prevista a Milano nella torre della compagnia a Citylife il 21 novembre, Generali è fiduciosa di centrare tutti i target del piano corrente per quest’anno, ha dichiarato in un briefing il general manager Frédéric de Courtois.

Fiducia assoluta inoltre nel fondamentali dell’Italia, da mesi sotto stretta osservazione dei mercati per l’incertezza politica. “Abbiamo fiducia nella solidità dell’Italia e non siamo preoccupati”, ha detto infatti de Courtois.

Il titolo reagisce positivamente ai conti: alle 9,25 sale dello 0,87% a 14,5 euro sovraperformando il mercato (l’indice FTSE Mib guadagna 0,33%) e il settore bancario italiano (+0,38%) a cui spesso si accoda nei movimenti di mercato.

Un analista a caldo parla di indicazioni “miste nel complesso” con bottom line e Economic Solvency ratio migliori delle aspettative e utili operativi e combined ratio leggermente sotto.

L’utile netto si è attestato a 1,855 miliardi con un incremento del 26,8%, grazie anche alla positiva performance non operativa e ai proventi delle dismissioni (circa 157 milioni). Il dato è migliore del consensus raccolto dalla compagnia che indicava 1,829 miliardi.

Il risultato operativo è cresciuto del 3,9% a 3,607 miliardi grazie al contributo di tutti i segmenti di business, dice una nota. Le attese indicavano 3,631 miliardi.

Il Roe operativo annualizzato è al 12,7%. Calcolato dal 2015 a fine settembre è al 13,4% ed è in linea con il target del piano strategico.

In calo i coefficienti patrimoniali principalmente per l’aumento dello spread sui titoli governativi italiani, solo parzialmente compensato dalla solida performance industriale. La regulatory Solvency Ratio è sceso a 200 punti (-7 punti rispetto a fine 2017), mentre l’Economic Solvency Ratio è sceso al 221% -9 punti.

Il Cfo Cristiano Borean ha affermato, in un briefing sui conti, che nel terzo trimestre l’allargamento dello spread Btp/Bund ha avuto un impatto di circa 4 punti sulla Solvency. Il manager ha poi spiegato che peraltro in corrispondenza di determinati livelli di spread è previsto dalla regolamentazione l’eventuale attivazione di meccanismi di calcolo della Solvency che attenuano l’impatto della volatilità.

Generali ha in portafoglio circa 60 miliardi in titoli di Stato italiani (valore ridotto a 58 miliardi per le recenti fluttuazioni dei mercati).

I premi sono cresciuti del 6,1% a 49,7 miliardi con un’accelerazione dei Danni (+2,7%) e una raccolta netta del Vita in crescita del 3,3% (+7,8% la crescita dei premi complessivi).

Nei Danni sono in crescita sia il settore Auto (+2,9%) sia quello non Auto (+2,4%). In Italia, tuttavia, il comparto Auto è calato del 2,2%.

La combined ratio dei Danni è al 92,8%, malgrado l’impatto delle catastrofi naturali e dei grandi sinistri.

(Gianluca Semeraro)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below