November 6, 2018 / 9:27 AM / a month ago

Manovra, Ue: Tria vede spazio per dialogo, Moscovici si aspetta risposte precise

BRUXELLES, 6 novembre (Reuters) - Il governo italiano e la Commissione europea hanno differenti punti di vista sulla manovra per il 2019 ma le discussioni continueranno mentre Bruxelles ribadisce di aspettarsi precise risposte da Roma e ricorda le possibili sanzioni in caso di mancato accordo.

“Abbiamo alcuni punti di disaccordo, ma questo non significa che non possiamo avere un dialogo, un dialogo costruttivo tra la Commissione e l’Italia”, ha detto il ministro dell’Economia Giovanni Tria, parlando a margine della riunione dei ministri dell’Economia Ue a Bruxelles.

Immediata la risposta del commissario agli Affari economici Pierre Moscovici, che ha detto di aspettarsi entro il 13 novembre una risposta forte e precisa dall’Italia sui rilievi mossi dall’esecutivo Ue. Se non ci sarà un accordo, ha sottolineato, l’Italia potrebbe essere sottoposta a sanzioni.

Il commissario francese ha anche ribadito che le regole fiscali vanno rispettate e che scelte di politica economica che fanno aumentare il debito pubblico non portano crescita.

Per il 2019, il progetto di manovra varato dal governo Lega-Movimento 5 Stelle fissa un rapporto deficit/Pil al 2,4%.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below