November 2, 2018 / 4:56 PM / 2 months ago

PUNTO 1-Di Maio: decreto su reddito cittadinanza a Natale, Giorgetti cauto

(Aggiunge contesto e dichiarazioni Giorgetti e Conte, riscrive, cambia titolo)

ROMA, 2 novembre (Reuters) - Il reddito di cittadinanza sarà inserito in un decreto legge da approvare nel periodo di Natale che disciplinerà anche ‘quota 100’ per le pensioni, assicura oggi il vice premier e leader 5 Stelle, Luigi Di Maio.

La misura di bandiera del Movimento presenta complicazioni “non indifferenti”, sostiene invece il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti che, in quanto leghista, è più sensibile al superamento della legge Fornero.

“Nella legge di Bilancio... ci sono i soldi per poi permettere alle norme di funzionare sul reddito sulla pensione e su quota 100”, ha spiegato Di Maio in una diretta Facebook, specificando che non si ricorrerà a un disegno di legge ordinario perché ci vorrebbe “troppo tempo”.

La Finanziaria deve essere approvata dal Parlamento entro fine anno per evitare l’esercizio provvisorio.

Intervistato da Bruno Vespa nei giorni scorsi per il suo nuovo libro, Giorgetti ha detto che il reddito di cittadinanza presenta “complicazioni attuative...Se riuscirà a produrre posti di lavoro, bene. Altrimenti resterà un provvedimento fine a se stesso”.

Il governo ha promesso di erogare da marzo un assegno da 780 euro mensili per persone singole senza lavoro oppure con un salario che li fa restare sotto la soglia di povertà. Per il primo anno il costo messo a bilancio è di 9 miliardi inclusi i fondi già previsti per il Reddito di inclusione. Un miliardo aggiuntivo andrà alla riforma dei centri per l’impiego.

Per la quota 100, che consentirà di lasciare il lavoro in anticipo rispetto ai 67 anni previsti dalla legge Fornero, sono stati messi in bilancio circa 6,7 miliardi per ciascun anno tra il 2019 e il 2021.

A questo punto sia il reddito di cittadinanza che ‘quota 100’ dovrebbero partire in primavera e non a gennaio.

Una fonte governativa ha detto a Reuters che eventuali minori uscite per reddito di cittadinanza e quota 100 potranno essere utilizzate anche per contenere il deficit/Pil 2019 sotto il 2,4%, costato all’Italia la bocciatura della manovra da parte di Bruxelles. Il premier Giuseppe Conte cerca di mediare e da Tunisi garantisce che il reddito “partirà l’anno prossimo. Siamo ben consapevoli tutti, non solo il sottosegretario Giorgetti, che è una riforma che va fatta con molta attenzione”.

(Angelo Amante)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below