October 29, 2018 / 9:41 AM / 2 months ago

Dopo sì a Tap, Di Maio chiede compattezza a M5s: siamo sotto attacco

ROMA, 29 ottobre (Reuters) - Dopo aver fatto marcia indietro sul gasdotto in Puglia il M5s deve essere compatto “come una testuggine romana”, mentre invece sta mostrando “segni di cedimento”.

Lo scrive oggi sul blog del movimento il vice premier Luigi Di Maio, affermando che “siamo sotto attacco totale. Da parte di tutti gli avversari esterni”.

Venerdì scorso il governo, dopo una valutazione di legittimità affidata al ministero dell’Ambiente, il governo ha confermato che il Tap si farà, nonostante il M5s fosse contrario durante la campagna elettorale, anche perché annullarlo avrebbe costi “insostenibili”.

Il Transadriatic Pipeline è un progetto da 40 miliardi di dollari realizzato da un consorzio internazionale di cui Snam ha il 20%, che porterà in Italia dal 2020 il gas dall’Azerbaigian, nell’Asia Centrale.

Il procedimento era stato approvato nel 2014, e nel 2017 il Consiglio di Stato si era già pronunciato sulla sua legittimità. I vari ricorsi presentati da cittadini ed enti locali pugliesi non sono mai stati accolti.

La notizia del via libera da parte del governo ha provocato manifestazioni di protesta contro il M5s in Puglia e contestazioni interne verso la linea di Di Maio, a cui alcuni contestano di essere troppo schiacciato sulle posizioni della Lega di Matteo Salvini.

Il vice premier però ha rivendicato oggi i successi del movimento. “Nel giro di quattro mesi e mezzo abbiamo portato a casa metà del programma elettorale votato da un terzo degli italiani”, scrive Di Maio, denunciando “vili attacchi da tutti i fronti esterni (che) hanno varie conseguenze e state vedendo lo spread che si alza, i commissari UE che sono uomini di partito che ogni giorno sparano contro l’Italia, le agenzie di rating che o abbassano il rating o parlano di “outlook negativo” perché alla fine tutti sanno benissimo che i fondamentali dell’Italia sono solidissimi e che non abbiamo alcuna intenzione di uscire dall’euro”.

Ma Di Maio ammette che “oggi nel nostro esercito alcuni stanno dando segni di cedimento e visto che tra di noi siamo in famiglia è bene che queste cose ce le diciamo. Questi cedimenti non ce li possiamo permettere”.

Per questo, il vice premier e leader del M5s invita alla compattezza: “Dobbiamo essere compatti. Molto compatti. Fusi insieme. Come lo era la testuggine romana, una formazione di fanteria dell’esercito romano che era di grande complessità perché richiedeva un importante coordinamento collettivo”.

Di Maio conclude con una minaccia: “Siamo tutti portavoce della volontà dei cittadini che hanno votato un programma e un contratto di governo. Qualsiasi altro comportamento non è da MoVimento 5 Stelle e non sarà assecondato”.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below