October 24, 2018 / 7:52 AM / 5 months ago

PUNTO 1-Saipem trim3 in rosso causa svalutazioni, conferma guidance 2018, titolo balza

(Aggiunge commento su andamento titolo in Borsa)

MILANO, 24 ottobre (Reuters) - Saipem chiude il terzo trimestre con una perdita di 34 milioni di euro al netto di svalutazioni e oneri per riorganizzazione per 45 milioni, mentre l’ebitda ajusted si attesta a 277 milioni. Sui nove mesi il rosso si attesta a 357 milioni.

Il dato sul trimestre è ben sotto le attese del mercato che si aspettavano un utile netto intorno a 39 milioni.

Il mercato, tuttavia, sta reagendo bene ai risultati perché il dato sull’Ebitda era sopra le attese e grazie anche alla conferma della guidance per il 2018.

Intorno alle 9,45 il titolo balza del 6,73% a 4,76 euro con oltre 3,5 milioni di pezzi scambiati a fronte di una media giornaliera degli scambi a 30 giorni pari a 12,9 milioni. Le azioni hanno difatto recuperato il calo del 5% registrato ieri.

Secondo un report di Mediobanca Securities, “l’Ebitda del terzo trimestre è stato superiore al consensus grazie al forte andamento del settore E&C offshore, anche se questo non si è tradotto nella bottom line”.

Il risultato netto sconta anche svalutazioni di circolante e accantonamento costi per 89 milioni di euro in relazione ad alcuni giudizi pendenti, di cui 38 milioni quale accantonamento effettuato dalla società in attesa di conoscere le motivazioni della sentenza pronunciata il 19 settembre dal Tribunale di Milano ed avente ad oggetto fatti di reato asseritamente commessi in Algeria fino al marzo 2010 in relazione ad alcune commesse completate da tempo, spiega la oil service.

Confermata la guidance per il 2018: ricavi a circa 8 miliardi, Ebitda adjusted maggiore del 10% sui ricavi, investimenti tecnici a circa 0,5 miliardi, debito netto intorno a 1,3 miliardi.

Nei nove mesi i ricavi adjusted ammontano a 6.098 milioni di euro, in flessione dell’11,3% rispetto ai primi nove mesi del 2017, a causa della contrazione di attività nei settori E&C Offshore e Onshore, nonché nel settore Drilling Offshore, spiega la nota.

Il debito netto al 30 settembre è pari a 1.270 milioni di euro (1.296 milioni di euro al 31 dicembre 2017) e le acquisizione di nuovi ordini a 6.121 milioni (4.717 milioni di euro nei primi nove mesi del 2017), di cui 2.135 milioni nel terzo trimestre.

“Il mercato offre segnali di inversione di tendenza rispetto agli ultimi anni, supportati da una buona visibilità di opportunità commerciali, in particolare nei settori Engineering & Construction”, ha così commentato i risultati l’AD, Stefano Cao.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below