October 19, 2018 / 10:23 AM / in 2 months

Tim, Vivendi evita nuovo scontro su cda, per ora niente assemblea

* Vivendi esclude convocazione assemblea Tim per integrazione cda

* Voto su revisore Tim può essere fatto a primavera 2019

* Vivendi guarda a contenzioso con Mediaset-Fininvest

di Stefano Rebaudo

MILANO/ROMA, 19 ottobre (Reuters) - Vivendi per ora sta alla finestra su Telecom Italia (Tim) e, nonostante le divergenze con il fondo Elliott che ha proposto la maggioranza dei consiglieri in carica, non chiederà un’assemblea per nominare dei suoi rappresentanti.

Lo dice l’AD di Vivendi, Arnaud de Puyfontaine, che liquida la questione con un paio di battute.

“Quello che ho letto non è nella realtà del momento”, ha detto De Puyfontaine a margine di un convegno dell’Aspen, in merito alla possibilità che Vivendi intenda nominare nuovi consiglieri. “Penso che chi scrive dovrebbe prendere un po’ meno di Aperol spritz perché la creatività qualche volta è decisamente eccessiva”.

In realtà era stata proprio Vivendi, primo azionista di Tim con il 23,9% del capitale, ad accennare, a metà maggio, alla possibilità di chiedere un’assemblea per una revisione del consiglio. L’ipotesi avanzata da alcune fonti era un’integrazione del cda, nominando quattro nuovi amministratori e portando il numero dei consiglieri di Vivendi a 9 contro i 10 votati dai fondi su proposta di Elliott.

Non sembra però questo il momento per un’azione di forza su Tim, anche se non c’è dubbio che la questione rimane aperta.

Il mercato attendeva la convocazione di un’assemblea in questi giorni per la nomina del revisore, che non era passata al precedente appuntamento del 4 maggio.

Anche senza la richiesta di Vivendi di nuovi consiglieri, l’appuntamento con i soci sarebbe diventato un banco di prova, in cui i presunti contendenti, Elliott e Vivendi, potevano fare la conta di come erano schierati gli azionisti, a qualche mese dalla nomina del cda e dopo i recenti ribassi del titolo.

Questa possibilità sembra scongiurata, almeno nel breve periodo, anche se resta incertezza sulla posizione dell’AD Amos Genish, uomo di Vivendi in un consiglio a maggioranza Elliott.

Due fonti vicine alla vicenda spiegano che, dal punto di vista tecnico, la nomina del revisore può essere rinviata alla prossima assemblea di bilancio di primavera 2019.

In ogni caso Elliott nella sua ultima nota ha invitato a evitare le polemiche e a focalizzarsi sul futuro della società.

Peraltro Vivendi ha un altro fronte aperto dal quale potrebbero arrivare novità nelle prossime settimane.

Prosegue infatti il tentativo francese di arrivare a una soluzione concordata sulla causa per la cessione di Mediaset Premium con la stessa Mediaset la sua controllante Fininvest, secondo altre due fonti vicina alla vicenda.

Ma un portavoce Mediaset ribadisce che non c’è nessun contatto in corso.

Il tema non è più il passaggio di Premium, che già fa parte di Sky Italia, ma la richiesta danni del gruppo italiano.

Gli appuntamenti giudiziari danno qualche settimana di tempo al gruppo. La sentenza del ricorso al Tar di Vivendi, contro la decisione AgCom che vieta la doppia partecipazione in Tim e Mediaset, tarda ad arrivare e l’udienza della causa civile Vivendi-Mediaset è stata spostata dal 23 ottobre al 4 dicembre.

Non è stato possibile avere un commento immediato dal fondo Elliott, da Fininvest nè un ulteriore commento da Vivendi.

- ha collaborato Massimiliano Di Giorgio

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below