October 5, 2018 / 11:08 AM / a month ago

Piovan punta a payout 30-50%, chiesto diritto di voto maggiorato - prospetto

MILANO, 5 ottobre (Reuters) - Il Cda di Piovan ha approvato una politica di distribuzione dei dividendi che prevede la distribuzione di cedole per un ammontare compreso tra il 30 e il 50% dell’utile netto consolidato di periodo del gruppo, “subordinatamente ai piani strategici di investimento (..) e al mantenimento dell’equilibrio della struttura finanziaria”.

E’ quanto si legge nel prospetto informativo dell’Ipo della società veneta specializzata nello sviluppo e nella produzione di sistemi ausiliari di automazione dei processi produttivi per lo stoccaggio, trasporto e trattamento di polimeri e polveri plastiche, approvato oggi da Consob.

Dal prospetto emerge inoltre che l’azionista di controllo —e venditore nel contesto del collocamento — Pentafin, che fa capo a Nicola Piovan, ha chiesto la maggiorazione del diritto di voto per le azioni in suo possesso, che modificherebbe la situazione attuale di un capitale sociale formato esclusivamente da azioni ordinarie.

Pentafin alla data del prospetto detiene circa il 94% del capitale, pari al 99% dei diritti di voto (per la presenza di azioni proprie). A seguito del collocamento scenderebbe al 62,5% dei diritti di voto (57% post esercizio integrale della greenshoe). Quota che aumenterebbe per effetto del voto maggiorato di nuovo sopra il 70%.

Nel prospetto si ricorda infatti che lo statuto prevede la possibilità per chi detiene azioni per un periodo continuativo superiore ai 24 mesi la possibilità di attribuire 2 voti per azione.

Nel capitolo dedicato alle ragioni dell’offerta, si spiega che con la quotazione “la società acquisirà maggiore visibilità e uno status che tendenzialmente il mercato riconosce come idoneo a garantire la trasparenza dei meccanismi gestionali e che potrà rivelarsi altresì interessante per il possibile ampliamento delle opportunità di sviluppo e ulteriore valorizzazione della società e del gruppo”.

Dal momento che l’Ipo ha ad oggetto esclusivamente azioni poste in vendita dall’azionista, l’operazione non genererà proventi a favore della società.

La forchetta di prezzo fissata per l’Ipo (8,3-10,10 euro per azione) attribuisce alla società multipli Enterprise Value/Ebitda 2017 pari a 13,2-15,9 volte (in base al prezzo minimo e massimo del range di prezzo).

(Elisa Anzolin)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below