October 2, 2018 / 7:11 AM / 2 months ago

Manovra, Di Maio: deficit resta a 2,4% Pil, "non arretriamo"

ROMA, 2 ottobre (Reuters) - Nonostante le pressioni arrivate dall’Europa, il governo non ha alcuna intenzione di rivedere al ribasso gli obiettivi di deficit, fissati al 2,4% del Pil nei prossimi tre anni.

Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio aggiungendo che la maggioranza Lega-M5s non intende portare l’Italia né fuori dall’euro né fuori dall’Europa.

“Noi non arretriamo di un millimetro”, ha detto Di Maio negando qualsiasi marcia indietro sul deficit.

La Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (Def), approvata dal governo il 27 settembre, sarà depositata domani in Parlamento. “La stiamo mettendo a punto”.

Il nuovo quadro di bilancio ha generato perplessità all’Eurogruppo, dove le rassicurazioni fornite dal ministro dell’Economia, Giovanni Tria, sulla discesa del debito non sono state ritenute sufficienti.

“Ci sono esponenti della Commissione europea, esponenti di partiti che sostengono questa Commissione, Angela Merkel, Emmanuel Macron, Matteo Renzi e Paolo Gentiloni, che sperano che questo governo cada: è assodato”, ha detto Di Maio.

“Loro ci combattono ma non devono fare colpi bassi”.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below