September 27, 2018 / 2:30 PM / 3 months ago

Decreto Genova, 360 mln in 2018-2029 da Fondo infrastrutture - bozza

ROMA, 27 settembre (Reuters) - Qualora il concessionario Autostrade per l’Italia, gruppo Atlantia, non pagasse, o lo facesse con ritardo, le spese per ricostruire il ponte Morandi di Genova, lo Stato anticiperà una somma di 30 milioni annui tra il 2018 e il 2029 attingendo al Fondo per le infrastrutture.

E’ quanto previsto dalla bozza del decreto su Genova e altre emergenze che sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale e che da oggi è all’esame del Quirinale per la firma del presidente della Repubblica.

“Per assicurare il celere avvio delle attività del Commissario, in caso di mancato o ritardato versamento da parte del Concessionario, a garanzia dell’immediata attivazione del meccanismo di anticipazione è autorizzata la spesa di 30 milioni annui dall’anno 2018 all’anno 2029”, si legge nella parte del decreto che Reuters ha visionato.

La somma sarà garantita “mediante corrispondente riduzione” del Fondo per le infrastrutture.

Il ponte Morandi è crollato il 14 agosto causando la morte di 43 persone.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below