September 25, 2018 / 2:20 PM / 2 months ago

PUNTO 1-Ponte Genova, commissione Mit contesta ad Aspi mancanza valutazione sicurezza - relazione

* Titolo in forte flessione dopo pubblicazione relazione Mit

* Ispettori contestano ad Aspi di non aver limitato traffico

* Per ispettori trascurabili spese Aspi per interventi strutturali (Aggiunge dettagli da relazione, reazione titolo)

di Stefano Bernabei

ROMA, 25 settembre (Reuters) - La Commissione ispettiva del ministero delle Infrastrutture, incaricata di analizzare le cause del crollo del Ponte Morandi, ha contestato ad Autostrade per l’Italia, tra le altre cose, di non aver eseguito la valutazione di sicurezza del viadotto, cruciale per la prevenzione, e date le criticità dell’opera, di non aver limitato o bloccato il traffico.

Nella relazione, resa pubblica sul sito del ministero e che contiene un duro atto di contestazione all’azione della concessionaria, gli ispettori scrivono che “contrariamente a quanto affermato nella comunicazione del 23 giugno 2017 della società alla struttura di vigilanza, tale documento non esiste, non essendo stata eseguita la valutazione di sicurezza del viadotto Polcevera”.

Autostrade, a cui è stato chiesto un commento, non ha ancora ribattuto a queste valutazioni. Il titolo Atlantia, holding che controlla Autostrade, ha subito una forte flessione subito dopo la pubblicazione di questa relazione del ministero.

Alle 16,15 Atlantia perde poco meno dell’1% dopo essere scesa fin oltre il 2%.

Il governo ha avviato la procedura formale per la revoca della concessione e ha detto di voler escludere Autostrade dalla ricostruzione del ponte, lasciando alla società, che fa capo alla famiglia Benetton, il solo compito di pagare i lavori.

Il decreto per la ricostruzione, da giorni annunciato come di imminente pubblicazione, ancora non è andato in Gazzetta Ufficiale e servirà a nominare il Commissario che deciderà chi farà i lavori.

NESSUNA LIMITAZIONE TRAFFICO

Nel tirare le conclusioni dell’analisi, gli ispettori del ministero contestano ad Aspi che “in ordine all’inadempimento degli obblighi manutentivo-conservativi dell’opera, la responsabilità contingente più rilevante” è che nonostante le criticità, Aspi “non si sia avvalsa, nel caso concreto, dei poteri limitativi e/o interdittivi regolatori del traffico sul viadotto”.

Gli ispettori poi fanno una considerazione in relazione alla “irresponsabile minimizzazione dei necessari interventi da parte delle strutture tecniche di Aspi, perfino anche di manutenzione ordinaria”, sostenendo che, “non fare manutenzione ordinaria oggi significa voler fare domani molta manutenzione straordinaria a costi certamente più alti, con speculare maggiore remuneratività”.

CONTROLLI INADATTI ANCORA OGGI

La Commissione ispettiva, in relazione ai controlli sulla sicurezza strutturale delle opere d’arte, come il Ponte Morandi, affidate in concessione ad Aspi, ha definito la procedura della società tuttora inadatta a prevenire crolli. Il documento sulla sicurezza, la cui assenza è contestata dagli ispettori, è definito “di centrale importanza anche ai fini di prevenzione di superamento degli stati limite ultimi (e quindi dei collassi)”.

Sempre nella relazione vengono definiti “trascurabili” gli importi spesi da Aspi per gli interventi strutturali.

Dei 24,6 milioni di euro investiti dal 1982 a oggi per interventi strutturali sul ponte Morandi, soltanto il 2% è stato speso dopo il 1999, anno della privatizzazione di Autostrade.

Quanto agli interventi di consolidamento datati 2017, analizzati dalla Commissione ispettiva, la relazione conclude, dicendo che “emerge una evidente incapacità da parte del Concessionario di gestire le problematiche connesse all’invecchiamento delle opere d’arte affidategli secondo le modalità previste in Convenzione che prevedono una accurata programmazione dei lavori”.

(Stefano Bernabei)

Ha contribuito Angelo Amante

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below