August 30, 2018 / 4:51 PM / 2 months ago

Argentina, banca centrale alza tassi al 60% per far fronte a calo peso

BUENOS AIRES, 30 agosto (Reuters) - L’istituto centrale argentino ha elevato i suoi tassi di riferimento fino a un vertiginoso 60%, nel tentativo di tenere sotto controllo la dilagante inflazione dopo che la valuta è scivolata del 15,8% al minimo record di 40,5 pesos per dollaro.

Ci si aspetta che la terza maggiore economia dell’America Latina veda una contrazione quest’anno, mentre il già scarso credito è stato soffocato da costi di finanziamento sempre più onerosi. La banca centrale ha aumentato il tasso dal precedente 45% per combattere l’inflazione annua, che a luglio ha raggiunto il 31%.

In una nota, l’istituto centrale ha detto di aver convocato una riunione speciale del suo board di politica monetaria, che ha unanimemente votato per la stretta “in risposta alla situazione dei tassi di cambio e il rischio di una maggiore inflazione”.

La decisione arriva il giorno dopo che il Fondo Monetario Internazionale ha chiesto al governo politiche monetarie e di bilancio più forti in risposta al crollo del peso. La valuta ha perso il 53,95% del suo valore finora quest’anno.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below