October 17, 2019 / 1:10 PM / 2 months ago

Nuovo Btp Italia, attesa maggior partecipazione retail - Poletto (Borsa Italiana)

MILANO, 17 ottobre (Reuters) - Un contesto di mercato decisamente più favorevole e una maggior disponibilità di liquidità sono destinati a ridestare l’interesse della clientela retail per la nuova emissione del Btp Italia in programma la prossima settimana.

Lo dice a Reuters Pietro Poletto, responsabile dei mercati obbligazionari di Borsa Italiana.

Il Tesoro offrirà, sulla piattaforma Mot di Borsa Italiana, il nuovo titolo con durata otto anni dal 21 al 23 ottobre, con l’annuncio della cedola minima garantita nella giornata di domani.

In concomitanza con il nuovo governo a trazione giallo-rossa le condizioni del mercato italiano sono sensibilmente migliorate spingendo lo spread Italia-Germania sul tratto decennale fino ai minimi da metà maggio 2018, cioè da prima della formazione del precedente esecutivo.

A rendere potenzialmente più interessante per la clientela retail la nuova emissione contribuisce l’abbondanza di liquidità nel portafoglio degli investitori, penalizzati da un contesto di tassi negativi dopo il taglio varato dalla Bce lo scorso settembre.

Nella scorsa edizione, quella di novembre 2018 quando è stato offerto un titolo con scadenza a quattro anni e cedola 1,45%, l’interesse complessivo si è attestato a 2,2 miliardi di euro, in calo rispetto ai 7,7 miliardi dell’edizione maggio 2018 con scadenza a 8 anni.

A contribuire al deludente risultato dell’emissione di novembre 2018, l’andamento sul mercato di quella precedente avvenuta a maggio dello scorso anno.

“Chi ha comprato Btp Italia a maggio 2018 ha visto un calo di circa 10% del valore”, spiega Poletto.

Tornando al nuovo Btp Italia, a differenza delle precedenti edizioni, le giornate destinate alla clientela retail saranno due e non più tre — il 21 e il 22 ottobre — con il 23 ottobre dedicato agli investitori istituzionali.

“Si è visto che nelle precedenti emissioni, il grosso della richiesta retail si è esaurito nelle prime due giornate”, ragiona Poletto.

Altra novità rispetto al passato: Via XX Settembre comunicherà il tasso cedolare definitivo entro le 10 del 23 ottobre, quindi prima dell’avvio delle operazioni per gli istituzionali.

“Probabilmente il Tesoro ha deciso di eliminare l’attesa fino all’ultimo che si creava da parte degli istituzionali per conoscere il tasso definitivo”, aggiunge.

Lo scorso maggio, per la prima volta dal 2012 quando è stato lanciato il Btp Italia all’apice della crisi del debito italiano, Via XX Settembre ha mancato l’appuntamento con l’emissione primaverile per evitare lo scarso successo ottenuto dall’operazione lo scorso novembre.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below