October 7, 2019 / 12:25 PM / 2 months ago

Rcf, parte Ipo, proventi serviranno per azzerare debito

MILANO, 7 ottobre (Reuters) - Parte oggi l’Ipo del gruppo dell’audio professionale Rcf, che punta a quotarsi sul segmento Star di Borsa Italiana, utilizzando i proventi dell’offerta per azzerare il debito.

E’ quanto spiegato ai giornalisti dal management della società. A Milano si tiene oggi la prima tappa del roadshow, che porterà il gruppo nei prossimi dieci giorni a incontrare i potenziali investitori in Usa ed Europa.

“Con l’Ipo vogliamo portare il debito a zero”, ha detto il direttore generale Fausto Incerti. L’offerta, dedicata a investitori istituzionali, potrebbe raggiungere i 209 milioni con l’esercizio della greenshoe ed è composta per gran parte (93% dell’offerta base) da azioni di nuova emissione.

Al 30 giugno 2019 l’indebitamento finanziario netto di Rcf era pari a 164 milioni di euro. Sempre a fine giugno i ricavi pro-forma erano pari a 150 milioni e l’Ebitda adjusted era di circa 40 milioni di euro.

Dal prospetto emerge che l’utilizzo di almeno il 75% dei proventi dell’Ipo per ridurre il debito era già previsto dal contratto di finanziamento senior stipulato per l’acquisizione della danese Dpa Microphones a inizio anno. Lo stesso contratto di finanziamento prevede anche una serie di vincoli alla distribuzione di dividendi.

“Gli eventuali proventi netti rimanenti saranno utilizzati dall’emittente per supportare, congiuntamente a ulteriori risorse rivenienti dal nuovo debito che la società sarà tenuta a contrarre, l’attuazione degli obiettivi strategici del gruppo e, in primo luogo, per il perseguimento di operazioni di crescita esterna mediante acquisizioni”, prosegue il prospetto.

Rcf fornisce impianti audio per stadi, stazioni ferroviarie, eventi musicali. I ricavi derivano soprattutto dalla regione Emea (Europa, Medio Oriente e Africa), seguita dalle Americhe (27%) e dall’Asia-Pacifico (25%). “Gli Stati Uniti sono il primo mercato mondiale ed è quello dove abbiamo i tassi di crescita più elevati”, ha sottolineato Incerti.

Rcf ha fissato la forchetta di prezzo dell’Ipo a 1,15-1,45 euro per azione, attribuendo alla società una valutazione di 308-425 milioni, 448-565 milioni post aumento di capitale.

Nell’Ipo Banca IMI, BNP Paribas e Goldman Sachs sono i global coordinator, Lazard è l’advisor finanziario.

Elisa Anzolin

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below