September 20, 2019 / 12:55 PM / 3 months ago

GREGGIO-Verso rialzo settimanale del 7% dopo attacchi a pozzi sauditi

LONDRA, 20 settembre (Reuters) - Le quotazioni del greggio si avviano a mettere a segno un rialzo settimanale superiore al 7%, il più alto da gennaio, per l’acuirsi delle tensioni in Medioriente dopo l’attacco agli impianti petroliferi sauditi dello scorso fine settimana.

** Intorno alle 14,15 ore il Brent registra un guadagno del 7,7% rispetto alla chiusura di venerdì scorso. Il greggio leggero Usa Wti guadagna 54 centesimi a 58,67 dollari al barile.

** “Gli investitori dovrebbero probabilmente presumere che il petrolio si stabilizzi per ora in un range di 60-65 dollari al barile, sebbene il rischio sia quello di quotazioni al rialzo”, osserva Christopher Wood di Jefferies, aggiungendo che “il messaggio centrale degli attacchi è la vulnerabilità dell’infrastruttura saudita”.

** Gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita addossano la colpa all’Iran per l’assalto agli impianti, mentre Teheran nega qualsiasi coinvolgimento.

** Focus dei mercati anche sui negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina in corso a Washington, dopo che i funzionari di entrambe le parti ieri hanno ripreso i colloqui faccia a faccia per la prima volta dopo quasi due mesi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below