May 24, 2019 / 8:14 AM / 6 months ago

BORSA TOKYO-Indice Nikkei in calo su escalation tensioni USA-Cina

24 maggio (Reuters) - La borsa di Tokyo ha chiuso in ribasso oggi, con le crescenti tensioni tra Washington e Pechino su commercio e aziende tecnologiche che stanno pesando sull’appetito degli investitori.

** L’indice Nikkei chiude la sessione in ribasso dello 0,16%, registrando la terza perdita settimanale consecutiva. Il più ampio indice Topix sale appena dello 0,04%.

** Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto giovedì che i problemi degli Stati Uniti con Huawei potrebbero essere risolti all’interno dell’accordo commerciale tra Cina e Stati Uniti, definendo allo stesso tempo il gigante delle telecomunicazioni cinese “molto pericoloso”.

** “L’umore del mercato non è buono. Di sicuro c’è ancora la speranza che le relazioni tra i due paesi possanno migliorare all’improvviso, quindi molti investitori stanno adottando un atteggiamento attendista. Però è difficile negare che la situazione non stia degenerando,” ha detto Masayuki Doshida, un senior market analyst presso Rakuten Securities.

** Panasonic cala dell’1,8%, un giorno dopo che la società ha annunciato di aver fermato le spedizioni di certi componenti destinati a Huawei per rispettare il veto statunitense, anche se la versione cinese del sito della compagnia afferma che continuerà a rifornire la società cinese normalmente.

** Il produttore di fotocamere Canon perde il 3,4% e Tokyo Electron scende del 2,4%.

** Il produttore di componenti elettronici Murata Manufacturing recupera l’1% dopo aver toccato i minimi degli ultimi due anni e mezzo in giornata. Il titolo ha comunque perso quasi il 25% questo mese.

** Un calo nei prezzi del petrolio giovedì ha colpito i titoli sensibili alle oscillazioni del greggio. Mitsui perde l’1,2%, mentre Marubeni perde lo 0,9%.

** Il raffinatore di petrolio Idemitsu Kosan cala del 3,9%. Le società di petrolio e gas naturale Inpex e JXTG Holdings scendono del 4,7% e del 3,7%, rispettivamente.

** Ad oggi i prezzi del petrolio hanno registrato le peggiori perdite settimanali dell’anno con le tensioni sul commercio internazionale che alimentano la paura di una grave contrazione dell’economia mondiale. (Tradotto da Redazione Gdynia, email enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, Reuters messaging: enrico.sciacovelli.thomsonreuters.com@reuters.net)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below