May 7, 2019 / 12:42 PM / 7 months ago

Italia, economia debole ha ricaduta su conti, valutazione su debito da giugno - Ue

MILANO, 7 maggio (Reuters) - La performance particolarmente debole dell’economia italiana ha naturalmente una ricaduta negativa sui saldi di finanza pubblica, la Commissione Ue non si pronuncerà però sulla conformità di Roma alle regole su deficit e debito prima del mese prossimo, con il cosiddetto ‘pacchetto di primavera’.

Lo dice alla stampa il responsabile per gli Affari economici e monetari Pierre Moscovici, illustrando le ultime stime di Bruxelles che ipotizzano per l’Italia — a politche invariate — un rapporto deficit/Pil in rialzo a 2,5% quest’anno e 3,5% il prossimo.

A fronte di una crescita limitata a 0,1% quest’anno, la Commissione prevede inoltre un ulteriore accumulo del debito pubblico.

Moscovici tiene infine a sottolineare che i Paesi a elevato deficit e debito devono proseguire nel percorso di consolidamento “nel proprio interesse”.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below