September 8, 2018 / 1:12 PM / 7 months ago

Eni, con balzo 110.000 barili a Zohr, Egitto primo Paese produttore - Marcegaglia

CERNOBBIO, 8 settembre (Reuters) - Con il balzo della produzione annunciata oggi dal giacimento di Zohr l’Egitto diventa il primo Paese produttore di idrocarburi per Eni .

“Rispetto alle turbolenze libiche questo è un dato importante, quello che stiamo facendo in Egitto è straordinario”, ha detto il presidente di Eni, Emma Marcegaglia, a margine del workshop Ambrosetti in corso a Villa d’Este.

Il giacimento Zohr ha raggiunto una produzione di 2 miliardi di piedi cubi al giorno, corrispondenti a circa 365.000 barili di olio equivalente al giorno, dei quali 110.000 in quota Eni, spiega la major in una nota. Un risultato raggiunto a soli pochi mesi dal primo gas nel dicembre 2017 e con un anno di anticipo rispetto al Piano di Sviluppo (PoD) originale.

Il giacimento Zohr si trova all’interno della concessione Shorouk (circa 190 chilometri a nord di Port Said). Nel blocco Shorouk, Eni detiene una quota di partecipazione del 50%, Rosneft del 30%, BP del 10% e Mubadala Petroleum il 10%.

(Giancarlo Navach)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below