September 7, 2018 / 10:29 AM / 3 months ago

Crollo ponte, verso incidente probatorio, tra indagati Castellucci

GENOVA, 7 settembre (Reuters) - La procura di Genova potrebbe fissare a breve l’incidente probatorio nell’ambito dell’inchiesta sul crollo del ponte Morandi, che ha provocato la morte di 43 persone.

“Stiamo lavorando in fatto e in diritto e dobbiamo fare presto”, ha detto oggi ai giornalisti il procuratore capo Francesco Cozzi, che ieri insieme al procuratore generale Valeria Fazio ha fatto un soprallugogo nell’area del crollo, nella zona dove ha sede Ansaldo Energia.

“Ci sono aziende in sofferenza”, ha spiegato il procuratore, lasciando intendere che l’incidente probatorio potrebbe essere fissato a breve perché la procura vorrebbe svolgerlo “conservando lo stato dei luoghi”.

Intanto sono stati resi noti i nomi dei 20 indagati oltre alla società Autostrade per l’Italia nell’inchiesta, che ipotizza a vario titolo i reati di omicidio colposo stradale plurimo, disastro colposo e omicidio colposo plurimo aggravato dal mancato rispetto della normativa anti infortunistica, tra cui figurano l’AD di Aspi e Atlantia Giovanni Castellucci, il direttore centrale operazioni Paolo Berti, il responsabile Maintenance Michele Donferri Mitelli, il direttore del tronco di Genova Stefano Marigliani, il suo predecessore Riccardo Rigacci e il responsabile unico del progetto di “retrofitting” Paolo Strazzullo.

Tra i dirigenti del ministero dei Trasporti indagati figura anche il provveditore alle opere pubbliche di Piemonte, Liguria e Val d’Aosta Roberto Ferrazza, che subito dopo il crollo era stato nominato nella commissione ispettiva del dicastero insieme al professore dell’università di Genova Antonio Brencich, anch’egli indagato.

Al momento non è stato possibile avere un commento dagli interessati.

Castellucci in un’intervista oggi alla Stampa ha detto: “Ci sentiamo responsabili della gestione di una infrastruttura che è crollata, generando un disastro e un dolore enormi. Ma la colpa è un’altra cosa”.

Nel frattempo stamani a Genova il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il sindaco Marco Bucci si sono riuniti con Castellucci, l’AD di Fincantieri Giovanni Bono e l’architetto Renzo Piano.

La presenza di Fincantieri sembra confermare la scelta di affidare all’azienda la costruzione del nuovo viadotto in acciaio che andrà a sostituire quello crollato.

“Siamo stati convocati a questa riunione, veniamo molto volentieri, e per noi è un onore, che consideriamo come un riconoscimento per quello che facciamo”, ha detto Bono arrivando all’incontro.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below