August 3, 2018 / 1:00 PM / in 4 months

PUNTO 1-Ubi, utile trim2 a 91,2 mln, Cet1 a 11,4% dopo impatto spread

(Aggiunge dettagli da dichiarazioni Ceo e comunicato)

MILANO, 3 agosto (Reuters) - Ubi ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 91,2 milioni di euro, beneficiando di un progresso del margine di interesse che sale a 458,4 milioni.

Il Cet1 a fine giugno fully loaded si attesta al’11,42% risentendo dell’impatto negativo dell’allargamento degli spread sulla riserva di valutazione del portafoglio titoli di proprietà per circa 56 punti base.

Il consensus sull’utile netto del secondo trimestre pubblicato sul sito della banca con le stime di tredici analisti indicava una previsione di 88 milioni.

Le rettifiche di valore nette per deterioramento crediti si attestano a 140,5 milioni, con un costo del rischio annualizzato di 61 punti base.

Lo stock di crediti deteriorati totali scende in termini lordi a 12,008 miliardi da 12,379 di fine marzo con una incidenza sul totale dei crediti lordi che passa al 12,41%.

Il Ceo Victor Massiah in una dichiarazione ribadisce la preferenza della banca per la gestione “in casa” degli Npl ma sottolinea l’opportunità data dall’Ifrs9 di fare una operazione una tantum che permette di scaricare sulla componente patrimoniale gli esiti della cartolarizzazione.

Si tratta di due operazioni di cui una, annunciata ieri, assistita da Gacs. “La seconda si dovrebbe concludere a cavallo tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019”, spiega il Ceo.

“L’insieme di queste due operazioni e il buon ritmo che sta prendendo la gestione interna, in termine di riduzione dei crediti lordi non performanti, ci dovrebbe portare nell’anno 2019 — e forse anche in anticipo sulla fine del 2019 — a ridurre a cifra unica, ‘single digit’, il rapporto tra crediti non performanti e impieghi totali”, aggiunge Massiah.

Il titolo ha registrato un miglioramento in borsa dopo la diffusione dei risultati e intorno alle 15 sale di circa 2,4%.

Sul secondo semestre la banca, alle attuali condizioni di mercato, vede proseguire la graduale crescita del margine di interesse.

Si conferma una gestione prudente del portafoglio titoli governativi italiani, orientata alla riduzione dell’esposizione. Ubi prevede anche una sostanziale tenuta delle commissioni nette, mentre proseguirà l’attento governo dei costi.

“Nel terzo trimestre 2018 saranno verificate le compatibilità per la firma di un nuovo accordo sindacale volto a consentire ulteriori uscite in linea con le previsioni di Piano”, per la nota.

La banca prevede infine di mantenere il trend di riduzione del costo del credito rispetto al 2017.

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su

.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below