August 2, 2018 / 10:26 AM / in 4 months

PUNTO 2-Tenaris, in trim2 conti in crescita, outlook cauto, titolo pesante

(Aggiunge analista su conference call, aggiorna andamento titolo)

MILANO, 2 agosto (Reuters) - Tenaris ha archiviato il secondo trimestre con vendite, ebitda e utile in netto rialzo rispetto a un anno prima, ma poco variati o in calo rispetto ai tre mesi precedenti. E l’outlook prudente sul terzo trimestre sta provocando un ribasso marcato del titolo.

Attorno alle 16,40, infatti, Tenaris perde il 5,88%, a 14,72 euro, dopo aver toccato un minimo di 13,9 euro. Volumi straordinari: sono passati di mano oltre 6,5 milioni di pezzi, contro una media dell’intera seduta di 2,426 milioni negli ultimi trenta giorni.

Il gruppo guidato da Paolo Rocca, si legge in un comunicato, ha registrato vendite nette pari a 1,788 miliardi di dollari, in crescita del 44% rispetto a un anno prima e in calo del 4% nei confronti del primo trimestre.

L’ebitda è balzato dell’81%, a 363 milioni di dollari, ma il progresso rispetto al primo trimestre è marginale (2%). Il margine ebitda è salito al 20,3% dal 16,1% di un anno prima e dal 19% del primo trimestre.

L’utile operativo, allo stesso modo, è decollato nei confronti del secondo trimestre dell’anno scorso (+44%, a 222 milioni di dollari), ma l’incremento rispetto al primo trimestre è appena del 5%.

L’utile netto, infine, è salito del 127%, a 166 milioni di dollari; di nuovo, il confronto con il primo trimestre è penalizzante (-29%). Tenaris attribuisce la flessione dell’utile alla svalutazione delle valute argentina e messicana.

Nel primo semestre le vendite sono cresciute (+52% complessivo) in molte regioni, fatta eccezione per Canada e Mediterraneo orientale.

Per il secondo semestre, Tenaris prevede volumi simili a quelli della prima metà dell’anno. Il tasso di crescita dell’attività di trivellazione negli Usa dovrebbe registrare un rallentamento. Segnali di frenata anche in Canada e America Latina. Nel resto del mondo i prezzi del greggio in crescita e la domanda di gas naturale si tradurranno in un recupero graduale. I prezzi di vendita cresceranno ancora grazie ai dazi Usa. L’ebitda nel terzo trimestre sarà simile a quello dei due quarter precedenti, per poi registrare un’accelerazione nel quarto.

Breve accenno, nella nota, al tema dazi: Tenaris scrive che le tariffe previste dalla Section 232 vengono applicate alle importazioni di tubi in acciaio negli Usa dalla maggior parte dei paesi, ma “ogni cambiamento nell’applicazione delle tariffe potrebbe avere un impatto sui risultati futuri e sul posizionamento di mercato”.

Secondo quanto riferisce un analista, nel corso della conference call di presentazione dei risultati il management ha sottolineato che sono in corso negoziati per cancellare i dazi nell’area Nafta e con l’Ue, con effetti potenzialmente positivi.

Rocca ha detto di essere fiducioso rispetto al consensus attuale sull’ebitda a fine anno, ovvero 1,5 miliardi di dollari.

La produzione dell’impianto di Bay City sta gradualmente crescendo e ha raggiunto 25.000 tonnellate a giugno. Il management prevede il raggiungimento della piena capacità (oltre 300.000 tonnellate) entro fine anno.

Per il testo integrale del comunicato diffuso dalla società, i clienti Reuters possono cliccare su

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana, con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon le parole “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below