August 2, 2018 / 6:31 AM / in a year

BORSE ASIA/PACIFICO in calo su crescenti tensioni Usa-Cina

    
 INDICI                        ORE  8,17    VAR %    CHIUS. 2017
 ASIA-PAC.                        533,47    -1,48       569,62
 TOKYO                         22.512,53    -1,03    22.764,94
 HONG KONG                     27.734,74    -2,14    29.919,15
 SINGAPORE                      3.284,74    -1,33     3.402,92
 TAIWAN                        10.929,77    -1,52    10.642,86
 SEUL                           2.273,03    -1,48    2.467,49
 SHANGHAI COMP                  2.756,99    -2,39    3.307,17
 SYDNEY                         6.240,90    -0,55    6.065,10
 MUMBAI                        37.296,01    -0,60    34.056,83
 
    2 agosto (Reuters) - L'azionario dell'area Asia/Pacifico è
in deciso ribasso mano a mano che torna ad infiammarsi la guerra
commerciale tra Cina e Stati Uniti.
    L'indice MSCI, che non comprende il
Giappone, perde l'1,5%.
    TOKYO ha perso l'1%, appesantito dai deludenti
risultati trimestrali di società come Kobe Steel e
dalla chiusura di Wall Street, dove l'S&P 500 ha
archiviato la seduta in calo di 0,1 punti percentuali e il Dow
Jones di 0,3 punti. Il Nasdaq invece ha
guadagnato quasi mezzo punto, grazie ad Apple che ha
superato per la prima volta quota 200 dollari.
    A pesare sulla regione sono soprattutto i mercati cinesi.
SHANGHAI perde il 2,4%. L'amministrazione di Donald
Trump ha ufficializzato ieri i dazi del 25% su 200 miliardi di
importazioni dalla Cina. Ad HONG KONG, che perde il 2%,
PRADA guadagna il 2% dopo i risultati del semestre che
hanno visto i ricavi battere le attese del mercato.
    SYDNEY lascia sul terreno lo 0,6%, con Rio Tinto
 che perde quasi il 5% dopo i risultati semestrali
inferiori alle attese.
    TAIWAN e SINGAPORE hanno chiuso a -1,5% e a
-1,3%.
    La Federal Reserve ha confermato ieri sera i tassi di
riferimento Usa sull'attuale obiettivo di 1,75/2%, in linea con
le attese del mercato, che considera ormai acquisita una stretta
di 0,25 punti a settembre e un quarto rialzo dei tassi entro
fine 2018.
    Il rendimento del Treasury decennale ha superato il 3% fino
al massimo da circa due mesi e mezzo: il Dipartimento del Tesoro
americano ha annunciato di voler aumentare le emissioni nei
prossimi mesi.
    I mercati obbligazionari sono inoltre scossi dalla crescita
dei rendimenti in Giappone. La Banca centrale del paese ha reso
più flessibile l'acquisto di asset sul mercato e ha annunciato
che consentirà ai rendimenti dei titoli di fluttuare più
naturalmente.
    Il decennale giapponese è salito al massimo da circa un anno
e mezzo.
    La prospettiva di rendimenti crescenti in Giappone ha
stimolato i timori di disinvestimenti in Europa, spingendo ieri
i decennali tedesco e francese sui
massimi da sette settimane.
     
    Per  una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana
con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono
digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o
“Panorama Italia”
    Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia
    
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below