November 9, 2009 / 7:09 AM / 11 years ago

Forex,dollaro debole,allungano quello australiano e neozelandese

 TOKYO, 9 novembre (Reuters) - Dollaro sotto pressione
stamani sulla piattaforma asiatica dopo che il vertice del G20 e
la disoccupazione statunitense hanno rafforzato la convinzione
che i tassi Usa resteranno bassi per un certo tempo, sostenendo
il dollaro australiano e neozelandese.    
 Il dollaro australiano AUD= è ritornato in prossimità dei
massimi dell'anno di 0,9330 dollari e quello neozelandese
NZD=D4 è salito fino a 0,7387 dollari dopo che il gigante
lattiero-caseario Fonterra ha rivisto al rialzo il dividendo.
 Intorno alle 8 ora italiana anche l'euro EUR= si apprezza
in direzione dei massimi dell'anno di 1,5 nel cambio con il
dollaro, sceso quest'ultimo ai minimi delle ultime due settimane
contro un paniere delle principali valute .DXY. A penalizzare
il biglietto verde, secondo alcuni dealer, ci sarebbe stato
anche il Fondo Monetario Internazionale secondo il quale,
nonostante il deprezzamento degli ultimi mesi, il dollaro resta
tra le valute "forti".
  La rivalutazione di dollaro australiano e neozelandese contro
lo yen ha spinto anche altre valute nel cross con la moneta
giapponese: il dollaro avanza dello 0,1% a 90,07 yen JPY=,
mentre l'euro sale dello 0,4% a 134,5 yen EURJPY=R. 



0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below