Voto, Crocetta: da Grillo possibile fiducia a governo Pd con accordo su Quirinale

giovedì 28 febbraio 2013 13:49
 

ROMA (Reuters) - Sulla base di un programma di rilancio dell'occupazione giovanile e di difesa dell'ambiente e, soprattutto, di un'intesa sul successore di Giorgio Napolitano al Quirinale, il movimento di Beppe Grillo potrebbe accordare la fiducia al Senato ad un governo di centrosinistra.

Lo ha detto oggi il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, a capo dallo scorso novembre di una giunta di centrosinistra che dipende però dall'appoggio del M5s al parlamento regionale. Un modello che per ora funziona e lo stesso Grillo ha definito "meraviglioso".

"Se si tratta di una fiducia cieca ad un governo di centrosinistra, non credo che Grillo la possa concedere", ha detto Crocetta ai giornalisti, a margine di un evento a Palazzo Chigi, che gli chiedevano se l'esempio siciliano fosse riproponibile su scala nazionale.

"Ma se il voto di fiducia al Senato dovesse passare per un accordo sul nuovo presidente della Repubblica e su questioni importanti come la difesa dell'ambiente, l'abbattimento dei costi della casta e degli sprechi, una politica a favore delle aree di emarginazione sociale, dei giovani e dei disoccupati, non vedo perché Grillo dovrebbe dire di no".

Crocetta, ex sindaco di Gela e vice presidente della Commissione antimafia al Parlamento europeo, ha detto che la sua preferenza per il nuovo inquilino del Quirinale, che il nuovo parlamento dovrebbe eleggere ad aprile, va all'ex magistrato Piero Grasso, un nome sul quale potrebbero convergere i grillini.

Grasso, impegnato con la toga nel contrasto alla criminalità organizzata, si è dimesso dalla magistratura per candidarsi alle elezioni come senatore tra le fila del Pd ed è stato eletto.

Dalle urne il centrosinistra è uscito di misura vincitore, ma non disporrà al Senato della maggioranza, neppure sommando i voti dei centristi di Mario Monti ai suoi.

Da qui è nata una timida apertura del candidato premier del Pd, Pierluigi Bersani, al movimento di Grillo per un'intesa di governo, che il diretto interessato ha ieri bocciato. Ma la discussione all'interno del movimento continua e l'esito al momento non è certo.

"Se Grillo dovesse negare la fiducia al centrosinistra si assumerebbe la responsabilità della creazione di un governissimo. Dopo essersi battuto per un anno per abbatterne uno, rischia di farne creare un altro", ha detto Crocetta, che in Sicilia ha sconfitto alle elezioni regionali di fine ottobre 2012 il candidato del centrodestra interrompendo un monopolio che durava da oltre dieci anni.

(Roberto Landucci) Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia