Berlusconi indagato a Napoli: 3 milioni per comprare senatori

giovedì 28 febbraio 2013 18:54
 

di Massimiliano Di Giorgio

ROMA (Reuters) - Silvio Berlusconi è indagato dalla Procura di Napoli per corruzione e finanziamento illecito ai partiti per una presunta vicenda di compravendita di senatori eletti nel 2006 con il centrosinistra, a partire dall'ex dipietrista Sergio De Gregorio, che avrebbe ricevuto, per sua stessa ammissione, circa 3 milioni di euro.

Lo indica il testo della richiesta di autorizzazione a svolgere perquisizioni e ad acquisire tabulati telefonici relativi a Berlusconi trasmessa alla Camera dai pm partenopei e pubblicata questo pomeriggio sul sito web di Montecitorio.

I pm chiedono alla Camera - Berlusconi è stato eletto al Senato nelle elezioni del 24-25 febbraio, ma è ancora deputato fino alla convocazione del nuovo Parlamento - di poter perquisire la cassetta di sicurezza già sequestrata presso il Monte dei Paschi di Siena.

Intanto, anche la procura di Reggio Emilia ha iscritto il Cavaliere sul registro degli indagati, questa volta con l'accusa di voto di scambio, per la lettera con cui, durante la campagna elettorale, il Pdl prometteva la restituzione dell'Imu in caso di vittoria del centrodestra.

"OPERAZIONE LIBERTA'"

Berlusconi è indagato in concorso con l'ex senatore De Gregorio, eletto nel 2006 con l'Idv e passato poi al centrodestra, grazie ai voti del quale diventò presidente della commissione Difesa, e con l'uomo d'affari Valter Lavitola, ex direttore del quotidiano socialista "L'Avanti!".

Secondo quanto scritto dai pm nell'atto trasmesso alla Camera, i tre avrebbero messo in atto una strategia, denominata "Operazione Libertà", "tesa ad assicurarsi il passaggio al proprio schieramento del maggior numero di senatori tra quelli che avevano votato la fiducia" al governo di centrosinistra di Romano Prodi.

In un interrogatorio avvenuto a fine dicembre 2012, e di cui il documento dei magistrati riporta diversi stralci, De Gregorio "ammette di aver ricevuto da Berlusconi (tramite il Lavitola) due milioni di euro in nero e in contanti in diverse tranches", oltre a soldi versati per il patto federativo con il movimento politico che ha creato dopo aver lasciato l'Idv.   Continua...

 
L'ex premier Silvio Berlusconi. REUTERS/Stefano Rellandini